San Leucio, presentata “Origini”, la nuova stagione dell’ Officina Teatro

foto Giuseppe Panza

Domenica 30 settembre presso l’Officina Teatro di San Leucio è stata  presentata al pubblico la nuova stagione 2018/2019, “Origini”. Tante sono le novità in programma, le quali sono state esposte da Michele Pagano, direttore del teatro, e Edgardo Bellini, responsabile stampa. Al termine della serata, il pubblico ha assistito anche ad un concerto in formazione ridotta dei Nantisha.

Alla sua undicesima stagione, Officina Teatro presenta Origini: il nome non è a caso, data l’intenzione di voler omaggiare il territorio e di realizzare un confronto tra teatro classico e contemporaneo, difatti, è  il fil rouge spettacoli in programma.

Origini è divisa in 3 parti, oltre alla stagione madre, il pubblico avrà anche l’occasione di poter rivedere 3 repliche, tra quelle più apprezzate in questi anni di rappresentazioni, quali:

Il miracolo, 26/27/28 ottobre

Le ore dorate, 10/11 novembre

Sabbia 19/20 gennaio

Interessanti saranno anche gli spettacoli di OUT, terza parte della stagione: una serie di progetti specifici con spettacoli inusuali anche fuori dal teatro che coinvolgeranno il pubblico in maniera ancora più attiva. Ci sarà Soste, dialoghi imprevisti, 1/2 dicembre, per un esperienza singolare: lo spettatore singolarmente vivrà uno spettacolo chiuso in auto con un attore. Mentre il 22/23 marzo, Sogno Lucido: in diverse fasce orarie, 35 spettatori potranno entrare scalzi nel teatro e accomodarsi su dei letti, iniziando così a vivere un vero e proprio sogno. Oppure Le ore di troppo, L’intervallo, 21/22/23 aprile, ispirato alle Notti Bianche di Dostoevskij, lo spettacolo sarà diviso in più serate e rappresentato in una delle strade della zona.

 

Foto Angeloantono Pezone

 

Tornando alla stagione teatrale madre, tanti saranno gli spettacoli:

 

Faustbuch, 13/14 ottobre

Crescendo (Growth), 3/4 novembre

Pinocchio rewind, 21 dicembre > 6 gennaio

Schianto, 26/27 gennaio

Trainspotting, 2/3 febbraio

‘O pesce palla, 16/17 febbraio

Nella fossa, 23/24 febbraio

Il Misantropo, 15/16 marzo

L’ospite, 30/31 marzo

Per la ragione degli altri, 13/14 marzo

 

Altra grande novità è la presenza di un’esposizione artistica curata da Donato Tartaglione, all’interno del “Teatrino”: l’idea è quella di consentire al pubblico che attende lo spettacolo, di poter visionare opere pittoriche, fotografiche, ma anche in alcuni casi, sipari teatrali, per poter  intrattenere gli ospiti del teatro in attesa dello spettacolo. In più, vi sarà anche un dopo spettacolo, con la presenza di 5 ristoranti della zona che, a turno, ogni sera faranno assaggiare le loro pietanze più famose, accompagnando un dibattito vivo tra gli spettatori e gli organizzatori: si dona così la possibilità di poter non solo stare insieme, ma anche di confrontarsi sullo spettacolo e crescere insieme.

 

foto Angeloantonio Pezone

Chicca di quest’anno, arriva con la sua quarta edizione “VIVO”. Saranno quattro serate di musica con la direzione artistica di Gennaro Vitrone e Tonia Cestari, dove si darà spazio ad artisti rinomati del territorio e anche a nuovi talenti emergenti. Regina sarà la musica d’autore, pronta ad essere condivisa con il pubblico. Ad oggi 2 sono le date certe, 16 novembre e 25 gennaio, ma a breve verranno svelate anche le successive.

Non resta che pensare a quanto sia un teatro vivo quello di Officina Teatro, che a San Leucio spicca per la sua vitalità ma soprattutto originalità. Pronti a partecipare agli eventi in programma, si è sicuri del successo della nuova stagione in arrivo.

 

Roberta Fusco