Società e Attualità

Napoli, l’Istituto Confucio di Napoli celebra l’anno del Topo

Grande festa per il nuovo anno cinese: l’Istituto Confucio di Napoli celebra l’anno del Topo con una manifestazione all’insegna dell’arte e della cultura

In piazza del Plebiscito, il 25 Gennaio 2020 dalle ore 11.00, workshop, laboratori, arte e cultura dalla Cina

 

L’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale” apre le celebrazioni del nuovo anno cinese inaugurando i festeggiamenti del 2020 nel primo giorno dell’anno del Topo, che, secondo la tradizione cinese, porterà innovazione e prosperità economica nel mondo.

Piazza del Plebiscito dalle ore 11.00 in poi si riempirà di colori, canti, danze tradizionali cinesi ma anche di arte e divertimento per festeggiare il nuovo anno e il Capodanno Cinese, che nel 2020 si celebra il 25 di Gennaio ed è la più importante festività in Cina, paragonabile alle festività natalizie dei paesi occidentali. Si tratta del periodo dell’anno in cui le famiglie si riuniscono ed esprimono gli auspici migliori per l’anno che verrà.

La manifestazione, organizzata in collaborazione con il Comune di Napoli, si aprirà – dopo il saluto delle istituzioni, della Rettrice dell’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale” Prof.ssa Elda Morlicchio, della Direttrice dell’Istituto Confucio di Napoli Prof.ssa Paola Paderni e della Co-direttrice dell’Istituto Confucio Prof.ssa Feng Hui – con la tradizionale danza del drago; a seguire, diverse esibizioni di arti marziali, come il Taiji e lo wushu, la danza Kongzhu e quella dei bimbi della scuola Yong En; dalle ore 12.30 si potrà partecipare a workshop ed attività di arte e cultura cinese per tutti i gusti ed età, come i laboratori di calligrafia, di dipinti cinesi, di carta ritagliata, dei tradizionali nodi cinesi, e del volo degli aquiloni; si potranno poi imparare, per chi vuole avvicinarsi alla cultura e alla lingua cinese, detti e proverbi tradizionali.

La mattinata è organizzata e promossa dall’Istituto Confucio di Napoli, che si occupa della diffusione e della promozione della lingua e della cultura cinese, istituito nel 2007 dall’Università degli studi di Napoli “L’Orientale” in collaborazione con la Shanghai International Studies University (SISU) l’Università “L’Orientale” è stata la prima scuola di studi cinesi d’Europa, importante riferimento per gli studi e le ricerche sull’antichità e sulla contemporaneità cinese.

L’iniziativa si colloca nell’ambito del “Capodanno Cinese a Napoli”, che cresce di anno in anno per l’interesse del pubblico e le iniziative in calendario. Per questo 2020 ci saranno due giornate di festeggiamenti: venerdì 24 e sabato 25.

Il 24 gennaio si terrà l’evento di arte e cultura cinese – organizzato dall’Associazione Ciao Cina – con countdown della mezzanotte in contemporanea dalla Cina dalle ore 16.50 a Piazza del Gesù e a seguire performance artistiche; grazie alla collaborazione con il MANN, dalle ore 17.00 il biglietto d’ingresso al Museo Archeologico di Napoli sarà gratuito. Il 25 gennaio si terrà l’iniziativa promossa dall’Istituto Confucio di Napoli in Piazza del Plebiscito, che sarà trasmessa in diretta da radio CRC. Per entrambe le giornate è prevista la diretta streaming su Youtube visibile in tutto il mondo.

Il sito internet con tutte le informazioni è capodannocinesenapoli.it e la pagina Facebook è facebook.com/capodannocinesenapoli.

 

More from Società e Attualità

Casapulla, a Radio ZarZak, Tonia Cestari presenta “Senza Destinazione”, il suo primo album

“Certi giorni son fatti per chiederti cosa vuoi tu, se sei già felice o potresti azzardare di più” recitano così alcuni versi di “Senza Destinazione”, title track dell’omonimo album di Tonia Cestari. Ed ecco sintetizzato in poche righe il conflitto … Per saperne di più

Aversa, inaugurata la seconda sezione del Museo Diocesano

Giovedì 28 novembre alle 17,00, è stata inaugurata la seconda sezione del Museo Diocesano nel Seminario Vescovile di Piazza Normanna ad Aversa. Erano presenti all’evento e sono intervenuti: S.E.R. mons Stefano Russo, Segretario generale della Conferenza Episcopale Italiana; S.E.R. mons. … Per saperne di più

Roma, all’auditorium Parco della Musica, Michela Murgia è ospite del progetto “IO NON ODIO”

IO NON ODIO giunge al suo terzo appuntamento e prosegue il suo percorso di sensibilizzazione degli studenti partendo dall’analisi del linguaggio e delle parole della violenza, per arginare omofobia, razzismo, bullismo e sessismo. Il 6 novembre presso la Sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica … Per saperne di più

Napoli, a Palazzo Fondi, presentata Halfy, la piattaforma partenopea

Martedì 29 ottobre è stata lanciata Halfy, la nuova piattaforma per il marketing promozionale gratuita e senza limiti. Un’idea made in Napoli presentata nell’elegante cornice di Palazzo Fondi dai due creatori Luca Canonico e Angelo De Caro. Due giovani imprenditori … Per saperne di più

Napoli, Branding Dalì: il genio insolito, in esposizione a Palazzo Fondi

In esposizione a Palazzo Fondi (Napoli) un Dalì insolito, in un percorso di 150 opere provenienti dalla collezione privata di uno dei segretari dell’artista, oggi conservata dalla società francese Mix’s Art. In un suggestivo allestimento ideato da ART.URO Arte e … Per saperne di più

Napoli, Erri De Luca inaugura “Lo scaffale del MANN” con “Impossibile”

Al via la rassegna culturale “Lo scaffale del MANN” con la presentazione di “Impossibile” di Erri De Luca. Per l’occasione il direttore Giulierini mostra al pubblico un antico rilievo di Palmira.   Questo pomeriggio nella Sala della Meridiana del MANN … Per saperne di più