Napoli, presentato il cartellone della Sala Assoli, stagione 2024-25

Views: 27

Presentato al pubblico e alla stampa il nuovo cartellone 2024/25 della Sala Assoli di Napoli. Tra grandi nomi e nuove leve, si rinnova l’appuntamento teatrale nel cuore dei Quartieri Spagnoli sotto il segno di “Mestieri e Sentimenti”. Come afferma Igina di Napoli, «un invito a prendere una posizione politica e poetica», rendendo onore al mestiere dell’attore al quale, in quanto professionista, viene affidato il compito di infondere emozioni e creare dei sentimenti veri.

In partenza dal 4 al 6 ottobre 2024 c’è Mariangela Gualtieri in scena con Naturale Sconosciuto, un pezzo “dedicato alla gioia dell’attraversamento delle cose sospese tra il tremendo e il meraviglioso”. Di lì si discorre per una stagione ricca di sorprese e momenti di cultura. Online il programma completo con un cartellone pieno di spettacoli da scoprire e tanti eventi e progetti innovativi incastrati nella rassegna. Resta fisso l’appuntamento con “Il Sabato della Fotografia”, un workshop multidisciplinare che comprende mostre e incontri con fotografi che hanno fatto la storia, organizzato dal fotografo e artista Pino Miraglia. Cinema con gli incontri organizzati da Angelo Curti, in cui spicca la rassegna di Venezia a Napoli. Spazio alla musica, con il Festival dell’opera buffa napoletana alla sua IV edizione a cura di Massimiliano Sacchi; di Diego Lombardi è Stand-up opera e l’Epifonie, a cura di Marco Stangherlin. Super attesa ad aprile per il Napoli Queer Festival, dopo il successo della scorsa edizione, Giuseppe Affinità è entusiasta di tornare ad animare i Quartieri con la luce del mondo Queer.

Ci sarà un grande momento di commozione quest’anno durante la rassegna di We Love Enzo. Dal 10 gennaio al 2 febbraio 2025, tanti sono gli spettacoli ed eventi speciali dedicati all’amato artista e amico Enzo Moscato. In occasione, verrà ufficialmente cambiato il nome del teatro in “Sala Assoli Moscato”: un segno d’amore per colui che ha dedicato anima e spirito al palcoscenico, soprattutto per quello della Sala. A seguire verranno dedicate occasioni teatrali anche a Angelo Curti, Achille Mango e Annibale Ruccello, per coloro che sono stati maestri e sostenitori del teatro.

Il programma di quest’anno è articolato su progetti curati e raccolti per narrare tanti punti di vista. “Raccogliere sollecitazioni”, per trovare relazioni tra loro e avere lo sguardo degli artisti su quello che “l’umanità patisce e ha sempre patito”. Casa del Contemporaneo, con Sala Assoli, si promette di lavorare attraverso Mestieri e Sentimenti con un pubblico trasversale: un’opportunità per incrociare la realtà individuale con altri sguardi differenti, “lavorare a 360° per incontrare tutti”, precisa Igina. Sala Assoli rappresenta un mondo che si muove stimolato dalla diversità dell’arte e degli artisti, i quali si esprimono attraverso le più singole e personali percezioni. L’interesse si pone sulla complessità, per comprendere linguaggi diversi e percepirli come racconti di realtà valide. Mestieri e Sentimenti è possibilità di condividere storie di personalità teatrali, giovani alla porta e pietre miliari, che contribuiscono a tenere in vita la storia del teatro nazionale e partenopeo.

Roberta Fusco

Foto di Ersilia Marano

Print Friendly, PDF & Email