Tag Archives: il magico e misterioso viaggio del te

Napoli,al Real orto botanico, si inaugura il “Il Magico e Misterioso Viaggio del Tè”

Il Magico e misterioso viaggio del tè

 

Venerdì 1° maggio alle ore 17.00,presso il Real Orto Botanico di Napoli, in via Foria 223 si terrà l’inaugurazione della Mostra fotografica e degustazione “Il Magico e Misterioso Viaggio del Tè”.

 Un 1° maggio diverso… all’insegna della consapevolezza e del benessere, dal 1 al 3 maggio 2015,  al Planta, Real Orto Botanico.

 
Ci sarà l’occasione di degustare un tè dal sapore intenso (tè in foglie, naturali e genuine, ricordiamoci che il tè è noto per le sue proprietà antitumorali e non solo, non concentrati chimici) in uno spazio allestito secondo gli antichi usi orientali da cerimonia del tè. E poi di conoscere la storia del tè attraverso una mostra tematica ” Il magico e misterioso viaggio del tè” organizzata da Qualcosa di Tè, il primo teashop partenopeo, di Giuseppe Musella e Antonella Flora Spiniello
 
L’inaugurazione è prevista venerdì 1 maggio alle ore 17.00 (la mostra si snoderà per tutto il weekend lungo fino al 3 maggio 2015) Un percorso multisensoriale che permetterà di compiere un viaggio di ben 5000 anni, racchiusi in una tazza e condensati in un liquido bollente (ottimo anche d’estate perchè il calore provoca vasodilatazione ed abbassa la temperatura corporea) ed aromatico.
Tantissime varietà, ognuna delle quali parla di un posto e della sua cultura e tradizioni.

“Abbiamo viaggiato – dicono –  e continueremo a farlo, durante i raccolti, con la pioggia, il sole, il vento, l’afa, attraverso il Guangdong ed il Fangcun Tea Market di Guangzhou. Abbiamo dormito con i contadini dello yunnan del sud, a YiWu Shan, Nannuo shan, Hekai, Jinuoshan, per cercare e per capire dei Puerh Migliori, introvabili, rari. Abbiamo visto Shi Feng, LongJing, a ridosso del west lake, conosciamo perfettamente il mitico cultivar 43. Cerchiamo e beviamo te rari e solitari, per farvi passare un momento degustativo unico, per farvi trovare i sapori, gli odori e la storia di un paese lontano, dentro un Gaiwan”.
 
Un’emozione forte ed intensa. Come una buona tazza di tè, servita a regola d’arte,