Tag Archives: decima Edizione

Napoli, al PAN, presentata la decima Edizione di Wine&Thecity

Hits: 410

Il 17 marzo 2017 presso il PAN, Palazzo delle Arti Napoli, si è tenuta la conferenza stampa per la presentazione della decima Edizione di Wine&Thecity a Napoli, la rassegna in cui il vino è il fil rouge di una moltitudine di eventi di grande spessore che uniscono il mondo economico e commerciale a quello culturale ed artistico. La kermesse, che quest’anno festeggia 10 anni, nasce grazie a Donatella Bernabò Silorata ed è realizzata mediante l’Associazione Wine&Thecity costituita da una squadra al femminile formata attualmente da Donatella Bernabò Silorata, Irene Bernabò Silorata, Giustina Purpo, Marina Martino, Claudia Colella, Paola Cotugno, Teresa Caniato, Francesca Belmonte e Carmen Cozzolino. L’associazione riceve il supporto di sponsor privati e mecenati.

L’immagine di quest’anno, partendo dallo slogan “coltiviamo ebbrezza creativa”, è   un tuffo che fa riferimento al celeberrimo Tuffatore di Paestum, rappresenta metaforicamente il salto nel vuoto allorché ci si lascia andare e si vola liberamente per vivere esperienze nuove ed inebrianti.

Sono intervenuti alla conferenza Donatella Bernabò Silorata di Wine&Thecity, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, Francesco Izzo, professore di Strategie d’impresa Dipartimento di Economia, Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli, Raffaele Cercola, professore di Marketing territoriale Dipartimento di Economia, Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli, Stefano Consiglio, Professore di organizzazione aziendale, Dipartimento di Scienze Sociali, Università degli Studi di Napoli Federico II e alcuni protagonisti dell’evento 2017.

Ha fatto gli onori di casa Donatella Bernabò Silorata che, dopo aver salutato e ringraziato i presenti ha ceduto la parola al sindaco de Magistris, che ha evidenziato i numerosi pregi di Wine&TheCity, eccellenza del territorio, con le sue innumerevoli iniziative legate a Maggio dei monumenti e che attraverso un lavoro d’insieme e collaborativo, che prevede anche un miglioramento dell’efficienza dei servizi, potrà perfezionare la qualità, aumentare la quantità. L’iniziativa, ormai decennale, fino ad ora ha fatto registrare un numero sempre più elevato di presenze nella città, anche di turisti.

Subito dopo si è passati all’argomento centrale: Presentazione della ricerca “EBBREZZA CREATIVA. DIECI ANNI DI WINE&THECITY A NAPOLI ed è intervenuto il professor Francesco Izzo che con dovizia ha illustrato tre punti: la storia di Wine&TheCity, il concetto di impresa, le ragioni del successo di “questa impresa”.

Ha quindi effettuato un interessante excursus cronologico che ha permesso di ripercorrere i momenti delle diverse edizioni a partire dal 2008, supportata da belle immagini proiettate su un grande schermo, seguite dalla relativa spiegazione. Ha evidenziato che fin dalla prima edizione i vini sono usciti dalle fiere per entrare in città, “fuorisalone”, creando un abbinamento di vino e shop. Nel corso degli anni i luoghi interessati a questa iniziativa sono aumentati notevolmente e dai 33 iniziali si è passati a 360, così come è aumentato il numero delle case vinicole partecipanti. Ciò ha fatto sì che la Campania sia la regione che ha esportato la maggiore quantità di vino d’Italia. Tutto ciò ha trasformato anche le caratteristiche dell’impresa che ha acquistato una connotazione culturale, “generatrice di valore attraverso l’esperienza della creatività”. Il vino infatti è stato presentato in modo diverso, un’occasione di fare anche altro. Si è creata, quindi, una rete di competenza e creatività, che si è allungata nel tempo e nello spazio, “Stretching”, per cui da una settimana di manifestazioni si è passati all’intero mese di maggio e i quartieri coinvolti sono aumentati. Tutto ciò è avvenuto grazie alla capacità di “resilienza” che ha dato la forza di andare avanti, superando ostacoli ed effettuando un proficuo lavoro di squadra. Il consumatore è diventato protagonista ed ampio spazio è stato dato ad i momenti performativi di qualità con svariate azioni sceniche e musica nel corso degli eventi in location importanti e monumentali.

Il concetto di impresa è stato ripreso dal prof. Raffele Cercola che, condividendo quanto già esposto, si è soffermato sulla serietà con cui si effettuano gli eventi ed ha fatto un’analisi dei fenomeni e degli effetti di natura economica sul territorio legati a Wine&TheCity. Anche lui ha messo in evidenza gli aspetti creativi e culturali che nobilitano la città e sono proiettati verso cambiamenti, evoluzioni e superamento di aspetti ormai triti e ritriti legati all’immagine della città.

Il prof. Stefano Consiglio, riprendendo quanto evidenziato dal prof. Izzo, si è soffermato sui luoghi degli appuntamenti con una apertura al nuovo, sulla figura dell’imprenditore in grado di gestire “l’Impresa”, sulla capacità di fare squadra, sulla perseveranza, sulla parsimonia, sulle risorse e sulle risposte della città, tutti elementi che hanno garantito il successo negli anni dell’iniziativa e che la predisporranno a novità e ampliamenti.

È stato, quindi, proiettato un video con immagini ritraenti diversi momenti delle edizioni di Wine&TheCity, con le testimonianze di diversi personaggi del mondo culturale della città.

Mirella Stampa Barracco, Presidente della Fondazione Napoli Novantanove, non potendo essere presente all’incontro, ha mandato la registrazione di un video in cui ha evidenziato le caratteristiche della kermesse e l’intenzione di puntare sempre più su un lavoro di rete in cui oltre al vino si possa sempre più puntare sulla storia del territorio e sulla valorizzazione di luoghi storici sconosciuti.

Molti saranno gli sponsor ed i protagonisti che sosterranno l’iniziativa come Kimbo, Ferrarelle, Slow Food e la Banca del Vino, Pastificio dei Campi, L’Aeroporto internazionale di Napoli, il Museo Archeologico, L’Istituto Colosimo, Pietà Dei Turchini e tanti altri.

Ci sono stati interventi e proposte interessanti da parte dei presenti come la proprietaria di Gay Odin ed il patron di Wunderkammer Diego Nuzzo.

Attraverso la storia della manifestazione sono state riportate le seguenti cifre che testano il successo crescente della manifestazione: 11.402 bottiglie di vino stappate, 790 eventi, 841 location di cui 23 musei e siti culturali, 524 aziende vinicole, 179 artisti coinvolti, 31 progetti site-specific, 552 articoli stampa, 1.457 articoli web. Si rileva anche la presenza della kermesse su Lonely Planet che ha consacrato la manifestazione a livello internazionale.

Attraverso la sottoscrizione della Wine&Thecity Card: con un contributo di 10 euro all’Associazione Wine&Thecity si diventa protagonisti del progetto e si partecipa alla produzione del calendario culturale della rassegna. Ai possessori della Wine&Thecity Card sono riservati sconti e agevolazioni in oltre 50 indirizzi della città per un anno intero.

Il programma è fitto e denso e prevede anche molti laboratori:

Venerdì 5 maggio

Mann Museo Archeologico Nazionale di Napoli

“10 anni di ebbrezza creativa” Evento inaugurale realizzato in collaborazione con il Mann

Domenica 7 maggio

“Napoli insolita e segreta” Alla scoperta dell’antico convento di Santa Lucia al Monte ai piedi delle vigne di San Martino A cura di Hotel San Francesco al Monte e Valerio Ceva Grimaldi

Martedì 9 maggio

Alla scoperta dei vini del Collio sloveno – Gourmeet

Mercoledì 10 maggio

“Blind vision e i sensi del vino”

Alla scoperta dell’Istituto Colosimo e della mostra Blind vision di Annalaura di Luggo

Palazzo Petrucci “I 10 anni di Palazzo Petrucci e i 10 anni di Wine&Thecity sulla spiaggia di Posillipo”

Giovedì 11 maggio

Renaissance Naples Hotel Mediterraneo Vernissage della mostra “Totò | TAPPOST”

Venerdì 12

Arte, vino e solidarietà: Galleria L’Ariete

Moda e vino Atelier Satriano Cinque

Arte, design e vino negli atelier e negozi di vico San Domenico Maggiore “Vico creativo”: La Casa Brutta, Talevi, Yuzz, Teresa Cervo.

WunderkammerWine Occasioni di teatro in spazi non convenzionali

Venerdì 12, Sabato 13 e Domenica 14 maggio

Convento di San Domenico Maggiore

La Banca del Vino di Slow Food e Laboratori di degustazione della guida Slow Wine di Slow Food Editore.

Convento di San Domenico Maggiore

Esposizione de “La collezione Crisalidi progettata da Salvatore Aiello per ReLegno”

“Capitale Umano” azione d’arte a cura di Simona Perchiazzi

Alla scoperta dell’ex Carcere Filangieri in salita Pontecorvo spazio collettivo di Scugnizzo Liberato

Sabato 13 e domenica 14

Alla scoperta della Chiesa dell’Arte della Seta a cura di Respiriamo Arte

Sabato 13

Concerto ScalzaBanda incontra Les Meteores – Chiesa di San Giuseppe delle Scalze

Lunedì 15 maggio

“Chef al Museo” Gennaro Esposito Due Stelle Michelin

Martedì 16 maggio

Alla scoperta dell’Antica Fabbrica di cioccolato Gay-Odin

Performance in piazzetta Ascensione a cura di Marchè Mariage

Mercoledì 17 maggio

Wine&Thecity al Corso Vittorio Emanuele: Grand Hotel Parker’s e Veritas restaurant

Wall to Wall 10 and more presso Galleria Elena

Giovedì 18 maggio

Happy wine aperitivi itineranti a Chiaia: via Poerio, via Bisignano, Riviera di Chiaia, vico Satriano, via Alabardieri, via Carducci. Marinella, Esprit Nouveau, Gourmeet, Alessandra Libonati Jewels, Nennapop Poerio, Nennapop Bisignano, Paola Grande Gioielli, Miss T , 14° Poerio, Amina Rubinacci, Le Zirre, Maison Bacarelli con Carla Della Corte, Mario Valentino, Blunauta, Dominga, Mangiafoglia, Cilento 1780, Alfa Marmi, Officina Ba-Bar, Taverna La Riggiola.

Venerdì 19 maggio

Happy wine aperitivi itineranti a Chiaia: via Filangieri, via Chiaia, Scale Francesco D’Andrea, via dei Mille, via Vittoria Colonna, Largo Ferrandina. Mabruk E20, Mastrolonardo dal 1938, Pedone, Presta, Portolano, La Torteria Varriale; Bruno Acampora Profumi, Unopiù, Paola Di Gennaro Gioielli, Intrecci Preziosi, Spazio Materiae, Novelli Arredamenti, Sancta Sanctorum.

Sabato 20 maggio

Lo Studio di Giuliana Morelli e Valeria Corvino Atelier

“Culture Migranti” con Institut français, Goethe-Institut e l’Instituto Cervantes di Napoli

Made in Cloister

Sabato 20 e Domenica 21 maggio

Wine&Thecity al Museo dell’Archivio Storico del Banco di Napoli

Lunedì 22 – Venerdì 26 maggio

“Aperitivo delle sirene” In gozzo d’epoca alla scoperta della costa di Posillipo

“Vino, design e architettura” presso Nabi design

Martedì 23 maggio

“Chef al museo” Pasquale Palamaro a Casa Morra

“Ultraceramica. People and object of the future” a cura di ADI Delegazione Campania

Mercoledì 24 maggio

“Vino, architettura e design in via Piedrigrotta” da Consonni Lab e Arrichiello Ciro

“Enjoy Naples sunset wine” in terrazza presso Hotel Santa Chiara

Giovedì 25 maggio

Hart Cinema Food Music: “Ebbrezze letterarie” 10 scrittori per i 10 anni di Wine&Thecity. A cura di Diego Nuzzo

Venerdì 26 maggio

Gran Finale: Forme Uniche spettacolo di Danza Verticale sulla facciata di Palazzo San Giacomo

Compagnia Il Posto Danza Verticale + Marco Castelli Small Ensemble
ideazione e coreografia Wanda Moretti

In collaborazione con Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli

ed inoltre:

Wine&Thecity | Architettura Wine&Thecity negli studi degli architetti

Di Fiore e Fresa 11 maggio

Francesco Scardaccione 12 maggio

Francesco della Femmina 12 maggio

Miccoli Santoro 16 maggio

Lo Studio di Giuliana Morelli 20 maggio

Wine&Thecity | Cucina Aperitivi e cene in ristoranti, bistrot e pizzerie

Baccalaria 9 maggio

Salotto Parthenope 9 e 18 maggio

Palazzo Petrucci 10 maggio

Eccellenze Campane Mare – Guglielmo Vuolo 13 maggio

Sorbillo ai Tribunali 13 maggio

La casa di Ninetta 16 maggio

Veritas Restaurant 17 maggio

Gourmeet 18 maggio

Mangiafoglia 18 maggio

Taverna La Riggiola 18 maggio

Sancta Sanctorum 19 maggio

Officine Bistrot 24 maggio

La conferenza si è conclusa con una piacevole degustazione di vivi e taralli.

Daniela Vellani