Napoli, al Sancarluccio, presentata la XV edizione del “Positano Teatro Festival – Premio Annibale Ruccello”

foto Angeloantonio Pezone

Martedì 24 luglio, al Nuovo Teatro San Carluccio di Napoli si è tenuta la conferenza stampa di presentazione per la XV Edizione del “Positano Teatro Festival – Premio Annibale Ruccello”.

Il direttore artistico Gerardo D’Andrea e il sindaco di Positano Michele De Lucia hanno illustrato il programma dell’ evento: il 26 luglio avrà inizio la XV Edizione del Festival con l’inaugurazione del prestigioso Anfiteatro di Piazza dei racconti.

L’Anfiteatro è stato fortemente voluto dalla giunta comunale, la quale ha stabilito che il nome fosse scelto dai ragazzi delle scuole medie attraverso un disegno selezionato. Il materiale utilizzato per la costruzione dell’Anfiteatro rimanda ai colori delle pietre dell’Etna, al tufo Piperino e alle ceramiche della costiera amalfitana.

L’evento, molto importante per la città, si svolgerà in 13 serate, da giovedì 26 luglio a martedì 7 agosto, con 16 eventi teatrali. Il Festival si aprirà con un omaggio dedicato a Eduardo De Filippo e con l’assegnazione del Premio Annibale Ruccello a Gianfelice Imparato, attore, commediografo e regista italiano, con la seguente motivazione:

“Premio Annibale Ruccello 2018  a  Gianfelice Imparato per l’impareggiabile capacità di restituire sia a cinema che a teatro e in televisione, con l’universalità delle sua mimica facciale e la calibrata misura della sua specificità espressiva, un profilo interpretativo internazionale, indispensabile ed essenziale, frutto di un’arte che, lungi da qualsiasi eccesso e qualsiasi ridondanza pleonastica, si è temperata alla fiamma dell’impegno, della cura e dell’alacrità.”

In serata ci saranno gli eventi  “Free Free. Tutt’ e sere Free” e subito dopo un omaggio a Positano di Antonella Morea.

La connotazione culturale del Festival si è consolidata nel tempo, diventando tradizione, in cui spettacolo, cultura e natura si fondono in un’atmosfera particolare e speciale data dalla Costa Diva, con le bellezze paesaggistiche di Positano, e gli isolotti di Isca e Li Galli.

Mariarosaria Russo

 

IL PROGRAMMA

Giovedì 26 luglio alle 18,00, come è ormai tradizione, le strade del centro cittadino si animeranno con il gruppo folkloristico Positano Senza Tiempo, nello spettacolo di musica e danza popolare “FREE FREE. TUTT’E SERE FREE”, per annunciare l’apertura del Festival.

Giovedì 26 luglio, alle ore 20,45, la serata inaugurale del Premio Annibale Ruccello si celebra nel modernissimo Anfiteatro di Piazza dei Racconti. In scena un omaggio musicale ad Eduardo De Filippo e Raffaele Viviani, con il recital di Antonella Morea che canterà e reciterà le poesie dei due grandi autori, alcune delle quali musicate dal Maestro Antonio Sinagra. Lo spettacolo farà da cornice alla consegna del Premio Annibale Ruccello 2018 a Gianfelice Imparato, autore, regista e attore. Ed è proprio in questa ultima veste che, nel solco della tradizione dei De Filippo, è attualmente protagonista in scena della Compagnia fondata dal compianto Luca De Filippo, raccogliendo la difficile eredità che porta avanti con valore, ampiamente plaudito dal pubblico e dalla critica. Anche quest’anno l’autore del Premio è un artista internazionale: Francesco Clemente.

Venerdì 27 luglio, alle 21,00, alla piazzetta della Bellina nel borgo di Liparlati, dove Carmine Borrino porterà in scena Totò Crooner in cui il cantante attore interpreterà in chiave swing le canzoni del repertorio del principe de Curtis, arrangiate dal maestro Mariano Bellopede.

Sabato 28 luglio, alle 21,00, la piazzetta di Monterpertuso si infiammerà con il surreale e iperbolico Scarrafunera di Cristian Izzo, diretto ed interpretato dal coinvolgente Roberto Azzurro, affiancato dal tenore Antonio Della Mura e accompagnato al piano da Matteo Cocca.

Domenica 29 luglio, alle 21,00 ancora la musica protagonista con il virtuosismo delle voci di Viviana Cangiano e Serena Pisa, ovvero il duo Ebbanesis che, dopo il successo mediatico ottenuto anche grazie alla partecipazione del talent televisivo “Tu Si Que Vales!”, rallegrerà ed emozionerà la platea della Piazzetta di Nocelle con il concerto per due voci e chitarraSerenvivity”.

Lunedì 30 luglio, alle 20,30, la serata dedicata ai bambini, con quello che è diventato un appuntamento fisso per il Festival, che vede il meraviglioso scorcio della località La Garitta ospitare il poetico, coinvolgente e divertente spettacolo per grandi e piccini Dov’è finito il Principe Azzurro? portato in scena dal gruppo del Teatro del Baule.

Da Martedì 31 luglio, alle 21,00, il palcoscenico fino al termine del Festival si sposta alla Piazzetta della Chiesa Nuova, dove ci sarà il gradito ritorno di Enzo Moscato che al fianco di un altro beniamino del Festival, Massimo Andrei, sarà protagonista di Grand’ estate, di cui è anche autore e regista e che egli stesso definisce “un delirio fantastorico, 1937/1960…ed oltre”.

Mercoledì 1 agosto, alle 21,00, in scena il grande e amato attore Paolo Graziosi, vincitore lo scorso anno del Premio Pistrice, che sarà protagonista con Elisabetta Arosio di un doppio omaggio ad Eduardo De Filippo, portando in scena una personale versione dei due atti unici “Pericolosamente” ed “Amicizia”.

Giovedì 2 agosto, alle 21,00, assisteremo ad un altro omaggio ad un grande autore del XX secolo: due attori di razza quali Vittorio Viviani e Martina Carpi faranno infatti rivivere il surreale e graffiante umorismo di Achille Campanile nello spettacolo E la chiamano Estate per la regia dello stesso Viviani.

 

Venerdì 3 agosto, alle 21,00, ritorna dopo qualche anno, la serata dedicata al “Teatro che verrà”. Protagonisti tre giovani autori con altrettanti corti teatrali: Acqua Sporca testo e regia Bruno Barone, Juorne testo e regia Diego Sommaripa, E’ Solo Una Partita di Michele Baiano, regia Noemi Giulia Fabiano, questi i titoli selezionati da D’Andrea nel corso dell’ultima edizione de I Corti della Formica

 

Sabato 4 agosto, alle 21,00, il frizzante ed ironico New Magic People Show, con Enrico Ianniello, Tony Laudadio, Andrea Renzi, Luciano Saltarelli porterà una ventata di humor e spettacolo che sicuramente appassionerà tutto il pubblico del Festival.

Domenica 5 agosto, alle 21,00, sarà consegnato il Premio Pistrice – Città di Positano a Maurizio De Giovanni, uno dei più amati autori del momento: reduce dalla calorosa accoglienza ultradecennale riservata ai suoi romanzi e dal successo della serie tratta da “I Bastardi di Pizzofalcone”, nelle ultime stagioni ha avuto il modo di sperimentare con ottimi risultati anche la sua vena drammaturgica, per celebrare la quale sarà riproposto al pubblico del Festival, il monologo tratto da Juve-Napoli 1-3. La presa di Torino, diretto da Massimo De Matteo ed interpretato da Peppe Miale.

Lunedì 6 agosto, alle 21,00, un tuffo nel teatro classico, con L’Ospite Inatteso di Lello Serao, una rilettura dell’Anfitrione di Plauto, che ne intensifica la vis comica. In scena, con Serao, un’attrice di alto lignaggio quale Maria Basile Scarpetta.

Martedì 7 agosto, alle 21,00, la programmazione del Festival si conclude con le incantevoli voci di Francesca Marini e Massimo Masiello che rendono omaggio alla grande Edith Piaf ed alla canzone francese, attraverso lo spettacolo Verso il mito, scritto da Gianmarco Cesario e Antonio Mocciola, diretto da Gaetano Liguori.