Napoli, al Teatro Augusteo, Serena Autieri affascina con “Diana & Lady D”

È andato in scena ieri sera e continuerà fino al 12 marzo, al teatro Augusteo di Napoli, “Diana e Lady D”, un emozionante spettacolo scritto e diretto da Vincenzo Incenzo e prodotto da Engage, dove si assiste alla “proiezione” delle due anime della principessa più amata del mondo, interpretate da una bellissima e bravissima Serena Autieri.

Con la magnifica scenografia di Gianni Quaranta, le luci di AJ Weissbard, le coreografie di Bill Goodson, i costumi di Silvia Frattolillo e la musica diretta da Maurizio Metalli; Serena Autieri rappresenta il tormento vissuto di due anime che condividono lo stesso corpo. In un continuo altalenare tra parti dialogate e parti cantate, ecco che appaiono Diana e Lady D che si scontrano quasi fisicamente, nel tentativo di prevalere l’una sull’altra.

Lo spettacolo si apre coi notiziari che gridano la morte della principessa che giace nuda, coperta di giornali; due angeli rimuovono i giornali e riportano indietro le lancette dell’orologio a due ore prima della sua morte, permettendoci di assistere ai rimpianti, le colpe, le accuse, le violenze psicologiche che Diana ha subito, permettendoci di entrare nella gabbia d’oro dalla quale Lady D vuole scappare per potersi godere la sua ascesa nel mondo della comunicazione, del glam e della moda. È  un susseguirsi di scontri intensi che porteranno la donna e la principessa ad allontanarsi sempre più, per poi riunirsi solo alla fine, quando diventano consapevoli che il tempo a loro disposizione è ormai finito.

Il regista, Vincenzo Incenzo ha pensato ciò che poi è stato realizzato dallo scenografo Gianni Quaranta, una lettura verticale del palco, concepito su due altezze differenti, con suggestioni sceniche, oggetti fuori scala, pensando il tutto come filtrato attraverso lo sguardo tormentato di Diana. Questo spettacolo vuole essere, non solo una dedica alla principessa, ma anche un inno ad ogni donna che non viene ascoltata, messa da parte e mortificata.
Lo spettacolo ha già riscosso un enorme successo al Sistina e viene ad oggi portato nella città partenopea al Teatro Augusteo, dove Serena si è esibita anni prima e a cui è legata particolarmente.

Nel corso della conferenza stampa che ha preceduto la messa in scena di questi giorni, Serena Autieri, Vincenzo Incenzo e Enrico Griselli, hanno risposto alle domande dei giornalisti ma allo stesso tempo si sono divertiti a svelare aneddoti che sono nati nel corso della lavorazione allo spettacolo.
I produttori sono così fieri di questo spettacolo al tal punto che hanno iniziato una corrispondenza con i figli della principessa, sperando, nell’anniversario della sua morte di poter presentare loro questo magnifico spettacolo.

 

Roberta Fusco