Napoli, al Teatro Augusteo, la compagnia S.N.a.P. debutta con “La cage aux folles”

Hits: 737

Si avvisano i nostri lettori che a causa di problemi con i diritti SIAE , lo spettacolo è stato rinviato a data da destinarsi

 la-caugeVincitrice della VI Edizione della Rassegna di Teatro Amatoriale, la compagnia S.N.a.P. farà il suo debutto al Teatro Augusteo, sabato 24 settembre alle ore 18:00, con un secondo spettacolo alle ore 21:00 e successiva replica, domenica 25, alle ore 18:00 interpretando “La cage aux folles”, un libero adattamento della commedia di Jean Poiret che diede ispirazione anche al noto film “Il vizietto”.

Gli  S.N.aP, Senza Nulla a Pretendere, nascono un decennio fa, dalla passione di un gruppo di amici che via via si è andato infoltendo ed integrando, ma restando fermo nei punti cardine rappresentati da Maurizio De Cristofaro, Enzo Russo e Luca Origine. Nella vita fanno tutt’altro  ma nel tempo libero la loro passione li ha portati a diventare attori, sceneggiatori, registi, artisti a tutto tondo!

Quando gli si chiede cos’è il teatro per loro rispondono, modestamente, che è solo un hobby, una passione nata per caso una ventina d’anni fa, anzi “un hobby che esercitiamo con tantissima passione”, afferma Maurizio De  Cristofaro e prosegue dicendo: ”oggi il teatro è quello che è stato sempre, un gioco per adulti che fa bene allo spirito! ” Maurizio ha scritto anche uno dei loro lavori che ha dato più soddisfazioni: “Pregiudizio Universale“, andato in scena una ventina di volte e sempre con un successo di pubblico travolgente!

L’idea de “la cage aux folles ” è nata una sera in pizzeria mentre si discuteva di omofobia, omosessualità e problemi annessi, è stata poi riadattata da M. De Cristofaro, mentre Enzo Russo ha curato la regia: è la  storia di una coppia omosessuale che, a suo modo, ha trovato un equilibrio gestendo un locale gay e creando una famiglia completa, compreso un figlio avuto da Giorgio da un rapporto di una sera, l’unico etero, con Simona, una entreneuse. Le cose si complicano quando il figlio Alberto si fidanza con Mariella, figlia di un senatore ultraconservatore, e comunica a suo padre di averli invitati a stare tre giorni da loro per presentarglieli e pertanto vorrebbe che lui avesse atteggiamenti meno effeminati possibile e Salvino non fosse addirittura presente. Giorgio accetta, ma Salvino per ripicca si presenta vestito da donna spacciandosi per la madre di Alberto. Poco dopo arriva anche la madre naturale di Alberto invitata da quest’ ultimo. A questo punto vi sono tutte le condizioni per dar via ad un’esilarante sequenza di malintesi che termineranno con un finale a sorpresa.

Interpreti: Giuseppe D’Ambrosio interpreta Monsieur Tabaro; Maurizio De Cristofaro nel ruolo di Giorgio; Giampiero Ianneo nella parte di Salvino; Oreste Monteforte è Alfonse; Enzo Massaro nel ruolo di Giacomo; Luca Origine è Franco; Domenico Mancini il reporter; Mimmo Orefice interpreta Alberto; Enzo Russo nei panni di Monsieur Diolosa; Agnese Crispino in quelli di Madame Diolosa; Alessandra Picardi è Madmoiselle Mariella e Rosalisa Di Micco nel ruolo di Simona.

Coreografie: Maestro Mattia Caputo;

Costumiste: Angela Tartaro e Carolina Raucci;

Grafica: Salvatore Chiariello.

Prezzo poltrona € 15,00
Prezzo poltroncina € 10,00

Maggiori info sul sito www.teatroaugusteo.it

Botteghino: 081414243 – 405660, dal lunedì al sabato dalle ore 10:30 alle ore 19:30.

 

Lucia Dello Iacovo

Print Friendly, PDF & Email