Napoli, all’I.C. Nevio, De Magistris inaugura la nuova palestra

Hits: 1061

de magi

Una splendida cornice multicromatica ravvivata dagli alunni dell’I.C.Nevio intenti a intonare in modo corale “Napul’è”, ha “abbracciato” calorosamente il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, mercoledì 2 dicembre. Ricevuto dalla Dirigente, Maria Loreta Chieffo, ha “tagliato il nastro” dell’inaugurazione della palestra e ha colto l’occasione per ascoltare le voci delle giovani generazioni, rivolgendo loro un discorso di speranza accompagnato da un invito ad amare e rispettare la città. Il sindaco ha fatto, quindi, riferimento al momento storico attuale, che si presenta complicato e difficile per una molteplicità di motivi, tra cui anche le grosse difficoltà economiche in cui versa il Comune di Napoli. Ha, pertanto, evidenziato che il conseguimento di obiettivi, persino quelli legati ad un diritto, come avere una palestra che consenta agli alunni di esplicare attività scolastiche legate alle discipline motorie, è motivo di grande soddisfazione e costituisce un risultato eccezionale. Ha ricordato che l’amministrazione comunale ha cercato sempre e tra mille difficoltà di non far venir meno nulla laddove ci sono bisogni urgenti e legati a persone deboli, scuole, diritti e difficoltà. Ha evidenziato l’importanza del lavoro di squadra. Solo credendo e agendo in questo spirito collaborativo si ottengono risultati e si superano ostacoli. Ha affermato di essere orgoglioso della città e che ammira le tante persone che in questo momento difficile “si mettono in gioco, ci mettono la faccia, soffrono, lavorano e si assumono responsabilità, perché hanno deciso di realizzare opere buone per la nostra città”. Ha quindi concluso il discorso non solo ringraziando tutti per la bella accoglienza, ma anche invitando i ragazzi a curare e preservare oltre che il luogo in cui studiano, anche le strade, i vicoli e le piazze della città, perché è più importante curare questi posti che appartengono a tutti e apparterranno a chi verrà dopo, anziché la propria casa, dove è consentito anche fare qualche “monelleria”. Il senso civico deve essere parte integrante della personalità dei cittadini fin dalla tenera età. Un grande applauso ha salutato il Sindaco mentre si allontanava tra strette di mano e sorrisi. Subito dopo gli alunni rientravano con entusiasmo nelle loro aule, fucine di vivaci attività culturali e di molteplici laboratori, da pochi giorni rinnovate da colori belli e variegati, proprio come quelli di un arcobaleno che fa sperare in un futuro migliore per le generazioni in fìeri e che caratterizza, neanche a farlo apposta, anche il logo dell’Istituto comprensivo.

Daniela Vellani

Print Friendly, PDF & Email