Tag Archives: la luce può vincere sull’ombra

Casal di Principe: La luce dell’arte vince l’ombra di “Gomorra”

Si è tenuta domenica 13 dicembre 2015, presso Casa don Peppe Diana, sede della mostra La luce vince l’ombra, a Casal di Principe, la conferenza stampa di chiusura della Mostra.

Promossa dalla Galleria degli Uffizi (allora diretta da Antonio Natali), a sostegno del Comune di Casal di Principe, e prodotta da First Social Life, la mostra ha esposto, dal 21 giugno 2015, 20 opere provenienti dalle collezioni della Galleria degli Uffizi di Firenze, del Museo di Capodimonte di Napoli, della Reggia di Caserta e del Museo Campano di Capua. Opere che sono state scelte per il loro significativo legame col territorio che le accoglie, ha rappresentato innanzitutto una sfida basata su un patto di responsabilità sociale tra il mondo della cultura e della politica, tra grandi realtà imprenditoriali e associazioni culturali, alleanza strategica per promuovere un nuovo modello economico della conoscenza.

A dare il benvenuto a quello che è stato un progetto di “rinascita” erano presenti: il dottor Eike Schmidt, attuale direttore delle Gallerie degli Uffizi; Giacinto Palladino presidente della “First social life” che ha reso possibile e soprattutto ha creduto in questo progetto di rinascita; Marta Onali Co-curatrice della mostra; il Comitato Don Peppe Diana.

Il sindaco di Casal di Principe Renato Natale, non avendo potuto essere presente per impegni fuori città, ha voluto comunque ringraziare tutti,  attraverso un messaggio mandato ad Alessandro de Lisi, responsabile culturale della  First Social Life, il quale ha, poi, dato inizio alla conferenza, presentando gli ospiti e dando la parola a tutti, per i ringraziamenti. In particolare hanno voluto ringraziare tutti i giovani ragazzi che nonostante mesi di duro lavoro  hanno affrontato questo percorso con il sorriso, non mollando mai ed essendo sempre compatti; hanno inoltre ringraziato tutti gli operai che non hanno mai abbandonato il posto di lavoro.

“Questo percorso di rinascita è partito con molte difficoltà e dopo tanti anni in cui Casal di Principe veniva associata solo ed esclusivamente alla criminalità organizzata, siamo fieri di poter dire che, nonostante ciò, si è avuto un successo di vendita di biglietti: circa 8.000 solo da parte del territorio casalese, oltre tutti gli altri venduti fuori regione e a livello nazionale. Tutto questo è solo un inizio, per cui si devono unire le forze, coinvolgendo non solo i casalesi, ma tutti i cittadini dell’agro aversano. Si deve avere la volontà di restare in queste terre e riconoscere la forza della pace, perché la bellezza è sufficiente solo se ci sono persone che la rendono tale.” Ha detto, soddisfatta, Marta Onali, co-curatrice della Mostra.

Maria D’Aniello

Foto di copertina: Claudia Mattiello

 

LA MOSTRA IN NUMERI

Opere in mostra: 20

Musei coinvolti: 4

Giorni di apertura: 175

Visitatori totali: 38mila ca.

Visitatori studenti: oltre 20mila

Scuole coinvolte nei vari progetti: 50

Partecipanti al progetto “Ambasciatori della Rinascita”: 80

Numero dei partner di ogni livello coinvolti: 50

Numero di articoli totali carta/web (al 12-12-2015): 859

Numero video-servizi giornalistici: 27