Napoli, successo per il“Tribute to Chick Corea”, con Pino Jodice Jazz Trio – Feat – Tommy Smith

Hits: 0

L’Auditorium Salvo D’Acquisto di Napoli venerdì scorso si è illuminato di jazz!

Nell’ambito di Vomerosuona#22 -Rassegna di musica jazz …e non solo di NJC (Napoli Jazz Club) di Michele Solipano, infatti, eccellenze del panorama jazzistico nazionale e internazionale si sono esibite brillantemente, donando emozioni e momenti indimenticabili di musica di altissimo livello.

Protagonista dell’evento “Tribute to Chick Corea” è stato Pino Jodice Jazz Trio – Featuring Tommy Smith, formazione costituita da Pino Jodice al pianoforte, Luca Bulgarelli al contrabbasso, Pietro Iodice alla batteria e il già citato Tommy Smith, al sax tenore.

I quattro musicisti in un interplay sinergico e contagioso hanno interpretato brani del repertorio acustico e fusion del grande Chick Corea, come quelli tratti da Three quartets, con ottimi arrangiamenti che sarebbero stati apprezzati anche dal compianto pianista.

Il quartetto ha sprigionato colori musicali straordinari. Pino Jodice ricamava i tasti del pianoforte sia con una tecnica ineccepibile sia con quella delicatezza che fa pensare a una leggera pioggia di petali mossa dalla brezza. Le sue incursioni, a tratti veloci e fluide e a tratti soft e morbide, ben s’incontravano con la voce del sax, a momenti calda e raffinata e a momenti graffiante e fortemente espressiva, in un abbraccio danzante di note o in uno scambio di fraseggi; il tutto incorniciato da una sezione ritmica di altissima qualità che tra improvvisazioni e assoli evidenziava la forte personalità e qualità di ciascuno.

Note, dunque, fascinose, suadenti con ricerca ed esplorazioni di suoni dal sapore internazionale: ecco le sinergiche domande e risposte nei 4/4, ecco il suono cristallino, limpido e fluido del pianoforte, ecco le vibrazioni e i fraseggi ampi della voce del sax, ecco le affascinanti, discrete, abili e indispensabili pizzicate sulle corde del contrabbasso, ecco la batteria ora soft e ora in un crescente e vorticoso ritmo piacevolmente esplosivo.

Tra le varie performance, interessante sia dal punto di vista musicale che da quello affettivo, è stata l’esecuzione di un brano a firma di Pino Jodice dedicato allo storico jazz club napoletano Bourbon Street dove in passato, quando viveva a Napoli spesso si esibiva assieme al fratello Pietro e agli amici jazzisti partenopei.

Il pubblico ha richiesto vivamente il bis e così con grande energia e coinvolgimento i quattro hanno donato altri momenti emozionanti omaggiando Pino Daniele con l’esecuzione di Sicily il celeberrimo brano scritto dal bluesman napoletano e Chick Corea.

Il concerto di Pino Jodice Jazz trio è stato aperto da JaM Quartet, formazione presentata da Andrea Parente e costituita da Sara Pia Panariello, voce, Dario De Feudis, piano, Pietro Scalera, basso, e Paolo Nardi, batteria, nell’ambito del progetto

del Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli e il Napoli Jazz Club che prevede la partecipazione di giovani allievi del Conservatorio di Napoli San Pietro a Majella a concerti di altissimo livello. Promotori del progetto sono, per quanto riguarda il Napoli Jazz Club, Michele Solipano e, per quanto riguarda il Dipartimento di Jazz, Andrea Parente, allievo di Chitarra Jazz, e Giulio Martino, docente di Musica d’insieme

I giovani si uniscono così ai loro “Maestri”, eccellenze del panorama jazzistico nazionale e internazionale per una rinascita musicale e culturale: vecchie e nuove generazioni unite dal jazz.

 

Daniela Vellani

 

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email