MusicalMuto, al via la rassegna di cortometraggi musicati dal vivo con le pianiste Pandolfi e Ritrovato

MusicalMuto, la rassegna internazionale dei cortometraggi muti da musicare dal vivo dopo il successo riscosso lo scorso anno ritorna.

Il covid-19 non ha fermato la sua realizzazione, ma ne ha solo modificato le modalità di attuazione. Infatti, l’edizione 2020, si svolgerà a “porte chiuse” online dal 27 al 30 dicembre attraverso streaming sui canali di Facebook e Youtube di Musicalmuto.

Si tratta di una manifestazione di grande spessore culturale, una delle poche in Italia, che spalanca le porte ai Cortometraggi muti inediti rigorosamente in bianco e nero realizzati da giovani autori provenienti da tutto il mondo.

Il concorso è riservato a opere cinematografiche che in Italia non usufruiscono di canali di distribuzione e di diffusione. Questo aspetto lo rende particolarmente lodevole e degno di nota. Al di là delle etichette, infatti, offre la possibilità ai giovani di esprimere la propria arte e le proprie risorse liberamente.

I quattordici cortometraggi finalisti italiani e stranieri e sottoposti all’attenzione della Giuria presieduta dal regista Sandro Dionisio, saranno proposti al pubblico nelle serate di dicembre previste, ciascuno accompagnato dall’interpretazione musicale di due eccellenze musicali campane: le pianiste Mariella Pandolfi e Maria Grazia Ritrovato, presso il teatro Salvo D’Acquisto di Napoli.

In collaborazione con la Film Commission della Regione Campania, la rassegna è promossa dall’Unione Musicisti e Artisti Italiani, presieduta da Franco Branco, con la direzione artistica del regista Michele Mangini Sorrentino, la direzione musicale del maestro Angelo Iollo.

Appuntamento streaming imperdibile, dunque: apre orizzonti culturali, stimola l’attenzione, il tutto condito dalle musiche delle due pianiste che già lo scorso anno si sono distinte non solo per la tecnica ma anche per la capacità di comporre melodie improvvisative su misura dei fotogrammi della successione dei fotogrammi d’autore.

 

Daniela Vellani

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email