Napoli, tantissimi visitatori e grande successo per la V edizione di “Ricomincio dai libri”

In una città in cui chiudono i negozi di strumenti musicali e le librerie per dare spazio a paninoteche e friggitorie, c’è chi incentiva con grande passione ed entusiasmo la scrittura, la lettura, la musica… insomma l’arte e la cultura a 360 gradi.

Si tratta di giovani coraggiosi, simpatici, tenaci, solari, pronti a realizzare progetti lodevoli, superando ostacoli e difficoltà.

Spinti dalla convinzione dell’importanza del lavoro collaborativo, legati da cooperative e associazioni, mirano a combattere le negatività, la violenza, la prepotenza, le organizzazioni malavitose, l’illegalità e tutte le negatività di cui la nostra società purtroppo è pregnante. Hanno scelto l’arma della cultura i cui proiettili consistono nella valorizzazione e condivisione dell’immenso patrimonio artistico in ogni sua forma, nel potenziamento di risorse umane, nell’adoperarsi per consentire al meglio l’inclusione e l’abbattimento di barriere architettoniche, nel promuovere iniziative di solidarietà, nel diffondere insomma valori e bellezza nella sua essenza.

È il caso delle associazioni La bottega delle parole, LibrinCircolo, Parole Alate, Cop. Soc. Sepofà, che hanno puntato su ciò che ossigena l’anima e hanno creduto in un’idea: la lettura come nutrimento della mente e come mezzo di elevazione morale e sociale. I loro sforzi sono stati premiati con la concretizzazione di un evento giunto con successo alla V edizione e che di anno in anno cresce sotto tutti i punti di vista: la fiera “Ricomincio dai libri”.

Direttore artistico quest’anno è stato Lorenzo Marone e le sue parole rivolte all’evento esprimono pienamente le sue lodevoli finalità:

 “Crediamo nel valore salvifico delle parole, strumento di conoscenza e aggregazione. Crediamo che oggi più che mai ci sia bisogno di parole attente e gentili per abbattere le barriere e vivere in un mondo senza più muri.”  

La fiera editoriale si è svolta dal 5 al 7 ottobre, in una intensa tre giorni con un programma ricco, di grande spessore culturale e impatto emotivo. Ad accoglierla è stata una location meravigliosa, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli (Mann). Le prime tre precedenti edizioni si sono svolte a San Giorgio a Cremano e la quarta all’Ospedale della Pace a Napoli.

Anche quest’anno il bilancio è positivo, anzi migliore sia per l’organizzazione e le adesioni sia per l’affluenza dei visitatori.

La fiera si è svolta con la presenza di ben trentatré case editrici (Ad Est dell’Equatore, Alessandro Polidoro Editore, Alt (Associazione editori torresi), Altreconomia, Astro, Barometz, Barta, Caffèorchidea, Chance, Cliquot, Diogene Edizioni, Dream Book Edizioni, Edizioni Primavera, Faart, GiaZira Scritture, Graus Edizioni, Leus Flaneurs Edizioni, Magmata, Marotta&Cafiero Edizioni, Milena Edizioni, Naus Editoria, Nowhere Books, PidGin Edizioni, Rapsodia Edizioni, Valtrend Editore, NNE Edizione Homo Scrivens, Laterza), otto associazioni (Assi Gulliver (Associazione sindrome da Sotos), Dedalus (cooperativa sociale), Il Girotondo, La voce di Tutti, Innuendo, Liberica, Meti Accademy (Scegli chi essere), Pro Loco Capodimonte e la Terza Municipalità, Iocisto la Libreria di tutti) e ventitré autori (Rita Adinolfi, Gennaro Aiello, Christian Capriello, Vincenzo De Lillo, Viola De Vivo, Paolo Di Petta, F.Festa e G. Fera, Mariagrazia Giuliani, Armando Grassitelli, Italo Iovine, Oscar Nicodemo, Francesca Persico, Lilly Pinto, Graziella Ponza, Lucio Sandom, Nunzio Saviano, Marta Sirago, Ada Tufano, Vito Flavio Valletta, Daniela Vellani, Michele Visconti, Mario Volpe, Annunziata Zinardi).

Non sono mancati incontri con scrittori e personalità della cultura come Marco Marsullo, Michela Murgia, Giuseppe Montesano, Maurizio De Giovanni, Diego de Silva, Francesca Maisano, Giovanni Tizian, Pino Imperatore, Maria Pace Ottieri, Marco Rizzo, Lelio Bonaccorso, Sara Rattaro, Annalisa Monfreda, Alì Ehsani e Francesco Casolo, Matteo Bussola.

È doveroso citare la presenza di Edizioni San Gennaro, la recente casa editrice nata nella Sanità e diretta da Edgar Colonnese.

Radio Radicale ha organizzato un interessante incontro col noto filosofo Aldo Masullo.

Oltre a quanto citato, gli eventi sono stati numerosi e hanno previsto un ampio programma con presentazioni degli editori, laboratori, attività ludiche, attività per bambini, spettacoli di lettura teatralizzata.

Identità Insorgenti ha dato ampia diffusione sui social del maxievento e la presentazione della mappa interattiva dei luoghi citati o descritti in letteratura.

È  doveroso citare e complimentarsi con un vero e proprio esercito di volontari che si è adoperato instancabilmente durante tutto il periodo della fiera a livello organizzativo, per gli allestimenti, per il servizio d’ordine, per le informazioni ed altro.

Non sono mancati gli sponsor: Top Mail (Servizi Postali integrati), Chiaja Viaggi, Danfer Scigrafia.

Determinante è stato il contributo del Mann (Museo Archeologico Nazionale di Napoli)

I Partners istituzionali sono stati il Comune di Napoli e la Terza Municipalità Stella San Carlo Arena.

I Partners ufficiali sono stati Nati Per leggere, Medici senza Frontiere, Comix e Treccani.

Ricomincio dai libri è stata, dunque, una occasione di crescita e voglia di stare insieme per condividere positività e per costruire un mondo migliore dove non c’è spazio per l’abbrutimento morale, la violenza, le discriminazioni e le ipocrisie.

Un grande ringraziamento a tutto lo staff e a coloro che si sono attivati per contribuire a portare una ventata di cultura alla nostra città. Forza ragazzi, la fiera è stata una grande soddisfazione per tutti, organizzatori e fruitori, sempre così e appuntamento alla sesta edizione!

 

Daniela Vellani