Napoli, solidarietà e cultura con “Musica per Aleppo”, di Dario Candela

unnamed (4)Musica per Aleppo” è una nobile manifestazione che avrà luogo a Napoli nelle giornate del 18 e 19 febbraio di musica e di solidarietà nata da un’idea di Dario Candela. Le esibizioni della manifestazione in oggetto vedranno protagonisti ben trentasei formazioni e musicisti che generosamente hanno aderito all’iniziativa; avranno inizio alle ore 16,00 del 18 febbraio, per poi concludersi alle ore 20,00 del giorno successivo. Si tratta di un progetto che mira a fiancheggiare e finanziarie le iniziative umanitarie rivolte ai bambini siriani ad opera del Comitato NOUR operativo in quelle zone devastate da anni dalla guerra. I fondi che si raccoglieranno durante l’evento serviranno infatti a finanziare l’ambulatorio medico a Tell Toucan dove il dott. Mohammad opera, curando e prestando i primi soccorsi.

Saranno, quindi, due giornate dense di solidarietà, cultura e musica. Quest’ultima farà sentire la sua voce spaziando dal classico al jazz in una maratona di eventi di alta qualità che si svolgeranno presso il suggestivo e monumentale Oratorio dei Nobili del Liceo Genovesi a Piazza Del Gesù.

Sono anni che la Siria è sotto assedio. La popolazione vive tra le macerie dei palazzi rasi al suolo. Aleppo è ormai una città fantasma. Le immagini che giungono attraverso i mass media rispecchiano solo in piccola parte la devastazione e la desolazione che la caratterizzano. Molti fuggono, intraprendendo viaggi della speranza, spesso spenta dalle difficoltà e dalla dignità che viene loro tolta.  Ai bambini sopravvissuti, molti con mutilazioni e menomazioni, viene del tutto negato il diritto di un’infanzia serena, all’insegna del sorriso, dei giochi, della scuola, anzi, per dirla tutta, il diritto di vivere.

Ecco perché “Musica per Aleppo” ha una sua forte valenza. E’ un segnale, un riflettore su quanto accade, un non girare il volto verso i problemi concreti che ci circondano, un mettere fine alla desolante indifferenza. Vuole rappresentare la volontà di fare qualcosa concretamente e prendere coscienza delle sofferenze di una popolazione che a causa di una sporca guerra ha perso tutto.

Il Maestro Dario Candela, cui va rivolto un ringraziamento sentito per l’iniziativa, è un noto pianista napoletano.  Musicista poliedrico dalla carriera intensa e variegata, dalla formazione eccelsa e che lo vede partecipe di trasmissioni televisive e radiofoniche, vincitore di premi prestigiosi, direzioni artistiche tra cui quella delle edizioni napoletane di PianoCity, è promotore e artefice di iniziative di alto livello.

Il ringraziamento naturalmente va rivolto anche a tutti i musicisti che hanno risposto prontamente alla sua richiesta, tra cui anche la pianista Maria Grazia Ritrovato che si esibirà domenica 19 febbraio alle ore 12,00. La brava e talentuosa pianista compositrice napoletana, docente di Educazione Musicale che da anni si occupa anche di Musica al Femminile eseguirà Notturno Napolitano di Fanny Mendellsshon, Notturno op-32 n1 Fantasiaimprovviso op- 66 di Chopin e Notturno di Debussy.

 

Daniela Vellani