Piacenza: tutto pronto per “Il libro Giusto”, la prima fiera dell’editoria futura

Hits: 287

fiera-libroSabato 15 e domenica 16 ottobre, si terrà a Piacenza, presso la Galleria Borgo Faxhall,  la prima fiera dell’editoria futura: “Il libro Giusto”, un evento che vede come protagonisti editori, scrittori e amanti della lettura in genere; evento voluto e promosso dall’associazione La fabbrica dei Grilli.

Abbiamo contattato il  giovane editore piacentino, Gabriele Dadati che ha gentilmente risposto alle nostre domande.

Ciao Gabriele, cominciamo col parlare un po’ di te, di cosa ti occupi nella vita?

Mi occupo, ormai da anni, di libri: ne scrivo di miei, ne curo di altrui, insieme al mio socio Davide Corona ne pubblico col nostro marchio Papero Editore, ho un’attività di didattica della narrazione per lo più come collaboratore di Giulio Mozzi e poi qua e là… Insomma: faccio libri.

Qual è il tuo ruolo nell’evento che si terrà sabato 15 e domenica 16 ottobre a Piacenza?

Sono uno dei soci della Fabbrica dei grilli, un gruppo di amici capitanato da Bernardo Carli e attivo in via Tibini e in via Roma. Non ho un ruolo particolare: come tutti gli altri, cerco di mettercela tutta per questa fiera a cui teniamo moltissimo.

Dove si svolgerà?

A Borgo Faxhall.

La scelta di questo luogo, un centro commerciale, può sembrare strana, ci sono delle ragioni particolari?

L’abbiamo scelto perché è nel quartiere in cui siamo attivi come associazione, perché ha tutte le caratteristiche di “contenitore” che servono (è in sicurezza, ha ogni tipo di servizio, ha una guardiania notturna e così via) e anche l’accessibilità è estrema. Ci si arriva dritti dritti in treno, in autobus, in auto. E noi vogliamo che di gente ne venga tanta, magari anche da lontano.

Com’è nata l’idea del Libro giusto? 

Come sempre nascono le nostre idee. Uno dice “Sapete cosa potremmo fare? Mi è venuta in mente questa cosa”, e un altro risponde: “Ma sai che ci pensavo anch’io”, e un altro ancora dice: “Be’, mica male come idea…” ecc. Insomma, si crea una massa critica di entusiasmo da una mezza frase detta una sera mentre magari si beve una birra. E dal giorno dopo si parte a testa bassa.

Quali sono gli ospiti che saranno presenti durante questa due giorni letteraria?

Si va da Gherardo Colombo a Ettore Gotti Tedeschi, da Michela Murgia ad Alberto Spampinato, da Paolo Di Paolo a Giorgio Fontana, da Marco Rovelli a… be’, sono tanti e per noi sono un patrimonio. Direi che vale scoprire il programma completo su http://www.illibrogiusto.net

Nella società odierna, chi sono i veri ribelli secondo te?

Direi: chi non lascia che i suoi desideri siano sostituiti dai desideri della società di massa. In altre parole: chi riesce a condurre un suo percorso che non sia per forza orientato al denaro, al riconoscimento sociale, all’acquisizione di beni ecc., vale a dire quelle cose che altri hanno scelto che desiderasse.

Se dovessi fare un invito originale e divertente per attirare il pubblico al Festival del Libro giusto, cosa diresti?

Direi che è un luogo in cui si scopre che la cultura è sexy.

 

Clausino Giustina

©tutti i diritti riservati

Print Friendly, PDF & Email