Intervista a Roberta Nasti, ospite al DiscoDays, ci dice: “La musica è sempre con me”

Hits: 407

roberta_nasti_foto_2

Roberta Nasti

Nel panorama musicale italiano, si sta affacciando una nuova e talentuosa cantante ed autrice, Roberta Nasti, la giovane partenopea, conosciuta al grande pubblico per il suo recente percorso nel talent show di Rai2 “The Voice of Italy”.
Da sempre appassionati delle nuove leve del panorama musicale, siamo andati ad incontrarla a Napoli, in occasione della presentazione del suo nuovo singolo Non andare via, alla fiera del Disco e della musica DiscoDays. La manifestazione è da qualche anno appuntamento fisso nel capoluogo campano e proprio in questi giorni si sta svolgendo presso il Palapartenope, a Napoli.
Invitata alla kermesse da Peppe Ponti produttore dell’etichetta discografica “Suoni del Sud”, davanti ad una tazza di caffè, con il suo simpatico Jack Russel tra i piedi, Roberta ci racconta di questi primi anni di carriera, di un primo album pubblicato con l’etichetta Clapo Music-Edel  fino all’esperienza da corista di Eduardo De Crescenzo.
Una carriera che Roberta Nasti sta provando a costruire mattone dopo mattone, attraverso le esperienze che l’hanno vista giovanissima iniziare ad esibirsi durante le riunioni di famiglia, poi nei locali con alcune band, fino all’approdare al Conservatorio dove si diploma in canto jazz, con il massimo dei voti e dove, continua a raccontarci, le si apre un mondo fatto di suoni e note nuove, andate a prendere su corde differenti da quelle utilizzate fino ad allora per esprimersi. Proprio grazie alla formazione accademica riesce a realizzare alcune collaborazioni internazionali che le ampliano gli orizzonti creativi. Il jazz è la scoperta, quel tassello mancante, quella passione sopita. Da qui, l’esigenza di voler trovare un proprio spazio, di ritagliarsi un posto nel panorama artistico dove poter dire la sua, con tutta la fatica che comporta il trasportarsi da sola i pesanti mattoni per costruirsi il podio che questa giovane artista italiana merita di salire.
Così mentre ordiniamo il caffè, ci parla dell’esperienza a “The Voice of Italy” che l’ha vista tra i protagonisti fino al secondo Live Show, prima delle semifinali, dove poi è stata eliminata. Ci racconta che è stato un esperimento divertente, e che se dal principio ad ogni passaggio alla fase successiva pensava che fosse l’ultima, alla fine quando si è ritrovata a ridosso delle semifinali un po’ ci ha creduto.
Le chiediamo come mai da artista che compone e scrive i testi e la musica abbia scelto proprio “The Voice” e ci risponde innanzitutto che non si sente di essere etichettata come cantautrice, ma preferisce considerare il lavoro di cantante più ad ampio raggio, facendosi coinvolgere dai vari generi senza distinzioni in categorie. Poi ci spiega che la scelta del programma è stata più che casuale, cercando su internet una qualche audizione a cui partecipare. La sua tenacia ha fatto il resto. Anche se non è arrivata fino in fondo, tuttavia ci racconta che sta ottenendo molti riscontri positivi dalle radio e la stampa che la cerca per chiederle interviste, e questo non se l’aspettava.
Roberta continua, spiegandoci che secondo lei il pop italiano oggi è molto diverso da quello degli anni Novanta; si lavora esclusivamente per sfornare a tutti i costi hit, spesso senza considerare il prodotto finale.

discodaysLe chiediamo sempre più curiosi di entrare sul lato tecnico, come nascono le sue canzoni, dove compone,  e di raccontarci qualcosa di più sui suoi momenti creativi: ci risponde che compone al pianoforte, e solo davanti ai tasti neri e bianchi, si sente veramente a casa. Allora comincia la magia, l’intimità costruita dell’artista con la sua musica. Nascono gli accordi e poi la melodia. Successivamente scrive il testo e lo adatta alle note.
Artista profonda Roberta Nasti, che ama la musica e ama essere live palco, per questo è facile incontrarla nella sua città di sera nei locali, a fare jam sessions con musicisti partenopei e con quelli che transitano per una delle città musicali più frementi d’Europa.
La Nasti insegna anche canto in varie Accademie Musicali e ci dice di innamorarsi ogni giorno della musica proprio grazie all’insegnamento. Ai suoi allievi, di tutte le età, dice sempre che non bisogna allontanarsi mai dalla musica, che la musica deve accompagnarli sempre. E questo, sostiene con un grande sorriso, è un consiglio che vale anche per se stessa.
Dopo aver bevuto l’ultimo goccio di caffè, le chiediamo se ha in programma un nuovo disco, e ci dice che ci sta pensando. Scegliere un album intero, decidere le tracce, la copertina, è un lavoro che comporta scelte e continui ripensamenti. Come una madre che vuol bene ai propri figli, alla fine è sempre difficile lasciar fuori qualche brano, favorendone un altro.
Nel frattempo continua a lavorare sui nuovi brani e a suonare dal vivo. Il prossimo appuntamento è per oggi alle 12.00 al DiscoDays per la presentazione del suo nuovo singolo, Non Andare Via, e noi non possiamo non andare ad ascoltarla.
Roberta Nasti è molto social, per questo cura personalmente i suoi account ed è possibile seguirla si Instagram (robertanasti), sulla sua pagina fan di Facebook, sul Canale Youtube, e su Twitter.

 

Damiano Gedressi

Print Friendly, PDF & Email