Napoli, successo alla XVIII ed. del Comicon: più di 100.000 presenze

Comicon (4)

Foto Emanuele Panza

Si è conclusa lunedì 25 aprile 2016, con uno straordinario successo di pubblico la XVIII edizione di Napoli COMICON.

Anche quest’anno la Mostra d’Oltremare ha ospitato quattro giorni di festa per migliaia di giovani e giovanissimi. Il tema di quest’anno: il rapporto tra fumetto e audiovisivo: Grande rilievo è stato dato al programma dedicato alle serie tv, infatti  il pubblico di Comicon, in anteprima, ha assistito al pilot di Outcast, il primo episodio della nuova stagione di Trono di Spade, all’episodio crossover Supergirl/Flash e all’inizio della nuova stagione di Fear The Walking Dead.

Successo di pubblico anche per i divi delle serie tv, a partire dagli attori di Outcast, accolti con grande entusiasmo dai fan, così come  Michael Cudlitz, applauditissimo interprete di The Walking Dead, i cui fan riunitisi fin dalle 7,00 del mattino, hanno aspettato pazientemente per assicurarsi la possibilità di un autografo e una foto con “Abraham”.

Il pubblico entusiasta e per niente intimorito dai giorni di pioggia ha affollato, con gioia  e curiosità, la Mostra d’Oltremare, location ormai storica del Comicon Napoli. Calore ed applausi anche per Gabriele Mainetti, fresco trionfatore ai David di Donatello, che ha portato al Napoli Comicon il suo “Lo chiamavano Jeeg Robot”,  per il divo del web e della tv Frank Matano e per il regista e la protagonista di “Veloce come il vento”, Matteo Rovere e Matilda De Angelis.

Quest’anno è stato molto apprezzato anche il padiglione delle mostre, che era all’insegna del legame tra fumetto e audiovisivo, un  filo conduttore che ha segnato la seconda tappa di un triennio tematico dedicato alla relazione tra il Fumetto e il sistema dei Media. Figura emblematica della mostra, è il “Magister”, un’icona di riferimento tra i grandi autori di fumetto, del cui ruolo è stato insignito quest’anno Silver, il geniale “papà” di Lupo Alberto, personaggio tra i più noti e amati del fumetto italiano.

Luca Boschi, direttore artistico della mostra, ha riferito che tra la mostra su Dc Comics a Villa Pignatelli e quelle alla Mostra d’Oltremare su Lupo Alberto, i fumetti in TV, Nathan Never e PK, le migliaia di fan accorsi, hanno avuto la possibilità di  ammirare  un numero considerevole di tavole originali, cosa che capita raramente in un festival sui Comics.

Inoltre molti giovani aspiranti fumettisti hanno avuto, nell’edizione 2016 del Comicon, la chance di muovere i primi passi professionali nella nona arte, presentando il proprio portfolio a editori e artisti.

Migliaia di Cosplayer hanno animato la manifestazione del Comicon dando spazio alla loro creatività, colorando le aree della mostra e le strade della città. Per la sezione pro ha vinto il cosplay di Lilith e per la sezione challenge quello di Mulan.

Una festa all’insegna del divertimento e della scoperta di fantastiche novità per le migliaia di ragazzi venuti al Comicon da tutta Italia.

Il direttore della manifestazione Claudio Curcio si è detto orgoglioso anche del contributo alle presenze turistiche alla città di Napoli, animando la primavera partenopea con un’iniziativa di svago ma che conserva solide basi culturali.

Nell’ultima giornata sono stati assegnati i premi Imago, un concorso ideato  per le scuole dedicato, per quest’edizione, al tema “Ri-cliclando”.

Per la categoria fumetto breve under 15 ha vinto Emanuela Fiorella Guarino; over 15 Barbara Ansaldi; disegno-illustrazione-grafica under 15 Martina Lamonaca; disegno-illustrazione-grafica over 15 Sonia Crispo.

Il premio “Spaccanapoli”, riservato ai fumettisti partenopei, è stato invece assegnato a Mirka Andolfo per “Paradiso. Sacro/Profano”, edizioni Dentiblù.

Per gli appassionati dei fumetti e non solo, l’appuntamento è per la XIX edizione, che si terrà dal 28 aprile al 1 maggio 2017 e sarà dedicata al rapporto tra “Fumetto e Web”.

Foto credit: Emanuele Panza

Print Friendly, PDF & Email