Napoli, al Sancarluccio, Daniele Sepe chiude l’Unplugged festival

Nelle mura dello storico Teatro Sancarluccio di San Pasquale si terrà Unplugged Festival, primo festival nazionale di musica acustica.

A concludere questa particolarissima kermesse musicale sarà, mercoledì 13 gennaio alle ore 21:00,  il musicista Daniele Sepe.

 

sepe

Note del direttore artistico:

Si intende per “Musica acustica” , quella musica suonata principalmente con strumenti il cui suono è riprodotto unicamente con strumenti musicali acustici anzichè elettrici e/o elettronici.

Dagli anni ’90 il termine “Unplugged” ha quasi sostituito quelli di “Musica acustica” divenendo così un retronimo con cui si indica, in modo sintetico, la musica acustica suonata dal vivo. Quindi per unplugged si intende niente sintetizzatori, strumenti elettronici, etc.  è consentito solo “amplificare”  gli strumenti acustici senza modificarne le caratteristiche del suono naturale.

L’idea del Sancarluccio Uplugged Festival è quello di creare un appuntamento seriale nazionale  in cui qualsiasi genere musicale nel contesto del festival viene suonato nel modo sopra illustrato. Un festival, quindi, non di maniera o di genere (festival jazz, rock o di musica d’autore) ma unicamente di “forma e dimensione acustica”.

Il piccolo storico Teatro Sancarluccio di Napoli diventa la giusta dimensione per questo progetto che vuole riportare la gente all’ascolto della musica nella sua dimensione più naturale e ravvicinata. La direzione artistica è di Jennà Romano*.

 

*Jennà Romano chitarrista, cantante, produttore. Fondatore del gruppo Letti Sfatti.

Ha collaborato con musicisti, scrittori e registi come Erri De Luca, Lucio Dalla, Peppe                       Lanzetta, Tony Esposito, Duccio Forzano, Francesco Tricarico, Fausto Mesolella (Avion  Travel), Napoli Centrale, Patrizio Trampetti.