Napoli, Arte Tipografica in mostra: Una storia da salvare

Hits: 384

002

 

Costretto a chiudere, nel 2014, la sua casa editrice Arte Tipografica , Angelo Rossi, ha deciso di mettere in mostra le antiche macchina da stampa, gli strumenti e gli oggetti che restano ancora a sua disposizione per poco tempo, perché  dovranno ben presto lasciare Palazzo Marigliano, antica sede della stessa casa editrice.

Oltre alla mostra, che  sarà visibile dal 7 marzo all’8 aprile 2015, si potranno acquistare libri antichi e altre opere edite dall’antica e prestigiosa casa editrice napoletana, che  risale al 1948, quando venne fondata da Angelo Rossi senior, padre di Angelo e Ruggero, nel centro storico di Napoli, dando il via a una tradizione che è stata il riferimento per molti storici dell’arte e critici, appassionati e collezionisti. Tra gli autori che, all’epoca, la scelsero, ci furono Benedetto Croce, Gino Doria, Fausto Nicolini, che vi stampano le loro opere. In quel ritrovo di intellettuali si incontrano Riccardo Ricciardi, Costantino Del Franco, Bruno Molajoli direttore di Capodimonte, Raffaello e Marina Causa.

Arte Tipografica fu anche la casa editrice che nel  1952 editò la versione, in italiano, de “Los versos del Capitàn” di Pablo Neruda.

Nonostante i suoi sforzi per evitare il fallimento dell’azienda, sforzi non riusciti poiché è stata chiusa nel 2014, restava il desiderio di voler realizzare un museo dell’Arte tipografica napoletana, ad oggi il signor Rossi non ha avuto nessuna risposta dagli Enti da lui interpellati, quali la Regione Campania e il Comune di Napoli.

Print Friendly, PDF & Email