Caserta, al via la 46esima edizione di “Settembre al Borgo”

Caserta, al via la 46esima edizione di Settembre al Borgo, con la direzione artistica del maestro Enzo Avitabile. Da mercoledì 5 a lunedì 10 settembre 2018, con anteprima il 4, il borgo di Casertavecchia si trasformerà in un grande teatro a cielo aperto. La manifestazione è organizzata dall’assessorato agli Eventi del Comune di Caserta e da Promomusic Italia e cofinanziato dal POC Campania 2014-2020 Linea Strategica 2,4. Rigenerazione urbana, politiche per il turismo e cultura. Ad illustrare il ricco programma di eventi con il direttore artistico Enzo Avitabile e il sindaco di Caserta Carlo Marino, l’assessore agli Eventi, Emiliano Casale, l’assessore alla Cultura, Tiziana Petrillo e Luigi Ferraiuolo curatore della sezione  dedicata ai libri e alla letteratura “Scritture – Il Sud non è magia”. Per il direttore artistico Enzo Avitabile:«Settembre al Borgo vuole essere un grande evento legato eminentemente alle tradizioni, all’arte e ai linguaggi del mondo nel “nuovo tempo”. Il ricco patrimonio di Caserta e delle culture popolari della “Campania Felix” è quasi una preistoria del sapere urbano, una vera e propria anticipazione, i cui successivi sviluppi si sono protratti fino a noi. Un grande festival, ideato e realizzato per raccogliere migliaia di persone, provenienti da luoghi diversi, alimentate a musica, letteratura e arti figurative. Quest’anno si celebrerà con questo grande incontro, un raduno spontaneo dedicato all’amore – si legge nel comunicato stampa –  per le differenze e all’accoglienza. “Settembre al borgo” quest’anno vuole narrare la libertà dei popoli, il morire e lasciare qualcosa che resti di giorno in giorno nel cuore del mondo: un omaggio alla vita». Per il Sindaco Carlo MarinoQuella di oggi è una giornata molto importante, in cui presentiamo la 46esima edizione di quello che è il Festival per eccellenza, una manifestazione in cui vengono rappresentate al meglio la nostra cultura e le nostre tradizioni. Ringrazio la Regione Campania che ci ha consentito di recuperare questa straordinaria kermesse che negli anni scorsi era stata abbandonata. Per il secondo anno consecutivo il Comune di Caserta organizza il Settembre – si legge nel comunicato stampa –  al Borgo e già stiamo pensando alla 47esima edizione, quella del 2019. Dobbiamo partire da questo eccezionale evento culturale per poter rilanciare e costruire una società migliore per questo meraviglioso territorio». Per l’Assessore agli Eventi Emiliano Casale: «In tempi strettissimi siamo riusciti ad organizzare questo Festival e ad offrire alla cittadinanza un evento tra i più importanti nel panorama campano e non solo. Il nostro obiettivo è continuare a sviluppare il Settembre al Borgo non solo a Casertavecchia ma anche in tutte le altre frazioni collinari. Il cartellone approntato dal direttore artistico, il maestro Enzo Avitabile, è di grande livello, nonostante il budget a disposizione sia di quattro volte inferiore a quello di qualche anno fa». Per l’Assessore alla Cultura Tiziana Petrillo: «Come cittadina casertana, prima ancora che come assessore, sono orgogliosa di quanto il Comune sia riuscito a fare in questa occasione. Settembre al Borgo rappresenta l’assoluta eccellenza, il punto di riferimento per la cultura a Caserta. Trovo eccezionale questo cartellone, che riesce a mettere insieme, ai massimi livelli, diverse forme di cultura. Sono particolarmente lieta dell’evento ‘Il Sud non è magia’, dedicato ai libri e alla scrittura, che porterà nel Borgo grandi scrittori e giornalisti, oltre a tante eccellenze casertane e a giovani talenti nostrani». Per Luigi Ferraiuolo curatore della sezione “Scritture”: «Il Sud non è Magia non è un semplice contenitore di libri, ma è il tentativo di far riflettere Caserta su un’idea su cui noi possiamo essere assolutamente i titolari. Caserta può essere l’incubatore culturale di tutto il Mezzogiorno. L’obiettivo è tentare di costruire una nuova rappresentazione di quella che era la concreta e fattiva Magna Grecia degli antichi ed oggi è il nostro Sud».  A inaugurare ufficialmente la 46esima edizione di Settembre al borgo, mercoledì 5 settembre alle ore 21, sarà Vinicio Capossela. Il cantautore, scrittore e poeta irpino si esibirà alle ore 21 all’Anfiteatro della Torre con un progetto in trio dal titolo “Leitourghia – Servizio di Canto Pubblico”. Alle 23.30, invece, il Duomo di Casertavecchia ospiterà  la giovane cantante partenopea Maryam Tancredi, vincitrice di The Voice of Italy 2018. Giovedì 6 settembre toccherà agli Avion Travel. La band casertana ritorna dal vivo per presentare il nuovo album “Privé”, il primo di inediti dopo 15 anni (Anfiteatro della Torre, ore 21). A seguire, dalle 23.30 al Duomo di Casertavecchia, il virtuoso delle launeddas Luigi Lai – il più grande suonatore dello strumento tipico della tradizione  musicale sarda, in scena con  Fabio Vargiolu. Venerdì 7 settembre alle 21 all’Anfiteatro della Torre sarà la volta di Musica Nuda, fortunato sodalizio tra la cantante Petra Magoni e il contrabbassista Ferruccio Spinetti che ha da poco pubblicato il nuovo album live “Verso Sud”. Un viaggio nel sud musicale dell’Italia e del mondo, tra istinto e libertà. A seguire, dalle 23.30 al Duomo tocca alla cantante e poetessa lusitana Lula Pena, tra fado, chanson  e world music. Protagonista della serata di sabato 8 settembre sarà Alessandro Haber. L’attore e regista bolognese porterà in scena il suo personalissimo omaggio a Charles Bukowski (ore 21 – Anfiteatro della Torre), su musiche di Ubaldo Tartaglione e Ferdinando Ghidelli. In apertura l’esibizione di Massimiliano Gaudio ft. Palumbo dj. Dalle 23.30 poi ci si sposta al Duomo dove si esibirà Ashraf Sharif Khan, musicista pakistano che appartiene all’illustre scuola Poonch Gharana del sitar tradizionale. Domenica 9 settembre alle 21, invece, Enzo Avitabile presenterà all’Anfiteatro della Torre un nuovo progetto dal titolo “Babel Mix”. Tra musica etnica, acustica ed elettronica, il compositore originario di Marianella ripercorrerà in quartetto, con ospite speciale Ashraf Sharif Khan, il suo percorso artistico rivisitando alcuni brani del suo repertorio. Dalle 23.30, spazio al regista, attore e drammaturgo Pippo Delbono che leggerà al Duomo di Casertavecchia “La possibilità della gioia” di Gianni Manzella. Sarà presente anche l’autore. Lunedì 10 settembre alle ore 21 all’Eremo di San Vitaliano concerto di chiusura del tenore e attore Pino De Vittorio, in scena con  “Tarantelle del Rimorso”. In apertura, alle 19.30, la presentazione del libro di Luca Palermo “Caserta 70 – movimenti artistici in Terra di Lavoro”.

Tutti gli eventi in programma sono a ingresso gratuito, fino a esaurimento dei posti.

Per informazioni: info@settembrealborgo2018.it.”

 

c.s. Settembre al Borgo 2018