Positano, al via la XIV edizione del Positano Teatro Festival

Si è tenuta, ieri mattina, alle 11.30 al Nuovo Teatro Sancarluccio di Napoli,  la presentazione della XIV edizione del Positano Teatro Festival. Sotto la guida del moderatore  Gianmarco Cesario, il sindaco di Positano Michele De Lucia, il vice sindaco Francesco Fusco e il direttore artistico Gerardo D’Andrea, hanno presentato il programma del Festival che avrà luogo dal 26 luglio al 7 agosto.

Con grande dolore, i rappresentati di Positano non hanno potuto fare a meno di parlare, inizialmente, degli incendi che proprio in questi giorni stanno interessando la zona. Una tragedia che ha messo a dura prova i cittadini, i quali con grande coraggio e forza stanno superando la paura e il dolore che li ha colpiti. Nonostante ciò, il sindaco è speranzoso a riguardo e approfitta della presenza dei giornalisti per ringraziare pubblicamente i vigili del fuoco e i volontari che hanno aiutato allo spegnimento dei fuochi.

Positano, nonostante tutto,  continua con i suoi progetti e il la kermesse teatrale in programma  ne è una prova. Infatti, con l’obiettivo di promuovere la città attraverso la cultura e il teatro, si punta a una valorizzazione del territorio.

Nel corso di 13 giorni, ci saranno 14 spettacoli teatrali. Le compagnie teatrali e gli attori, stanno lavorando duramente per onorare nel migliore dei modi la città e per sorprendere  il pubblico atteso alle serate.

Il 26 luglio alle ore 18,00 con musica e balli popolari, il gruppo folkloristico “Positano Senza Tiempo”, animerà la città in ogni dove per coinvolgere il pubblico nel vivo del Festival.

Nella stessa giornata, alle 20,45, si aprirà ufficialmente il Festival con Lina Sastri, alla quale verrà consegnato il Premio Annibale Ruccello 2017 che consiste in un’opera originale del maestro Mimmo Paladino. Lina Sastri, inoltre dedicherà un omaggio in musica e prosa a Positano.

Nei giorni successivi si andranno poi a rappresentare spettacoli nuovi e non, in ogni posto della città con la scenografia naturale e mozzafiato di Positano.

Tanti sono gli spettacoli in programma tutti da scoprire e assolutamente da non perdere. Tra questi possiamo citare ad esempio, il filo rosso di follia che lega 3 autori all’interno del Festival. Partendo da “Oscar Wilde, Il processo” di e con Roberto Azzurro, “Requiem per due serve” tratto dall’opera di Jean Genet e scritto da Fabio Brescia e in ultimo “Le cinque rose di Jennifer” di Annibale Ruccello con la regia di Peppe Miale.

foto Angeloantonio Pezone

Il filo conduttore tra Oscar Wilde, Jean Genet e Annibale Ruccello, s’insinua all’interno del Festival per rappresentare la trasgressione di questi tre grandi autori.

Inoltre il 3 agosto, nel corso di una Serata d’onore, verrà consegnato il Premio  Pistrice – Città di Positano a Paolo Graziosi, il quale farà un omaggio speciale a Positano con uno spettacolo tutto nuovo con Elisabetta Arosio.

Con Martina Carpi che condurrà le serate del Festival, si prospettano serate ricche di sorprese e di magia. I biglietti per gli spettacoli sono completamente gratuiti ed è possibile prenotarli dalle 8 del mattino fino alle 12, chiamando gli addetti stampa oppure attraverso 6 info point distribuiti per Positano.

Per un Festival totalmente autofinanziato dalla città stessa, ci si augura un grande successo come è già è avvenuto per le precedenti edizioni.

Roberta Fusco

 

per info: positanoteatrofestival@gmail.com