Napoli, presentato “Se io fossi un mago”, il cd postumo di Giacomo Franco

foto Giuseppe Panza

Commovente ed emozionante serata al Cellar Theory di Napoli, domenica 11 giugno, per la presentazione ufficiale del cd postumo di Giacomo Franco, giovane musicista prematuramente scomparso quattro anni fa, all’età di 21 anni, travolto da un pirata della strada.

Il disco che è stato elaborato in più di tre anni di minuzioso lavoro, è prodotto dall’etichetta Suoni del Sud.

Tantissimi i musicisti che hanno preso parte alla serata inaugurale, per rendere omaggio ad un giovanissimo talento della scena musicale partenopea, perso, purtroppo, troppo presto. Tra gli amici di Giacomo, presenti, ricordiamo Daniele Sepe, Antonio Onorato, Piero de Asmundis, che ha curato gli arrangiamenti musicali,  Armanda Desidery, Paolo Del Vecchio e Giulio Martino, i genitori di Giacomo, Dario Franco e Brunella Selo, che per lui hanno composto anche due brani originali.

Emozionata e commossa, Brunella Selo ha presentato il disco di suo figlio ad un pubblico folto ed entusiasta. Fin dall’inizio l’atmosfera è stata festosa nel ricordo di Giacomo e nella ricorrenza del suo 25esimo compleanno.

Brani strumentali e brani riarrangiati dai musicisti che sono stati anche maestri di Giacomo e che hanno voluto così ricordarlo. Intenso e delicato il brano Se io fossi, dal quale prende spunto il titolo dell’intero disco: “Se io fossi un mago” ispirato da un tema che Giacomo scrisse quando era in quinta elementare.

La serata è stata bella e coinvolgente, un pubblico che ha apprezzato tanto la  musica di Giacomo; musica che lui amava fin da bambino, come racconta la mamma Brunella. Il disco postumo di Giacomo Franco è la realizzazione di un sogno, una magia che l’amore dei suoi genitori e di sua sorella Carolina, la stima e l’affetto dei suoi insegnanti e di altri amici musicisti hanno reso tangibile e vero.

Auguri Giacomo, quaggiù, ti vogliono bene. Tutti.

Giustina Clausino