Napoli, successo per l’orchestra San Giovanni, diretta da Keith Goodman, e per il pianista Massimo Tomei

Hits: 796

unnamed (2)

Sabato 10 ottobre,  al teatro Bolivar, durante il concerto dell’orchestra “San Giovanni” diretta dal

Maestro Keith Goodman, la musica fluiva nella sala in modo ammaliante e raffinato e le note

regalavano immagini ricche di colori. L’emozione tra il pubblico era palpabile, raggiungendo il

culmine durante le esecuzioni del giovane pianista Massimo Tomei per il quale si è levata

un’ovazione con richiesta irrefrenabile di bis, generosamente concessi dall’artista. Il primo è stato

“L’Isle Joyeuse” di Debussy, seguito da “Polacca n.2 in Mi Magg.” di Liszt e infine sempre

Debussy con “Clair de lune”. Il giovane pianista suonava mostrando virtuosismo, professionalità,

talento, sicurezza e maestria. Quello che più colpiva era la disinvoltura e la semplicità

dell’esecuzione. I tasti con velocità e senza il minimo tentennamento, venivano quasi sfiorati da dita

esperte. Sembrava quasi di osservare il mare calmo che lambisce carezzevolmente la battigia

durante un tranquillo tramonto estivo.

Il giovane Maestro Massimo Tomei, ha familiarizzato con la musica fin dalla primissima infanzia e

il padre, Maestro Luciano Tomei, è stato il suo primo insegnante di pianoforte e composizione. Ha

conseguito, presso il conservatorio S.Pietro a Majella di Napoli, il diploma ordinamentale di

pianoforte con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore, risultando il miglior diplomato

per l’anno scolastico 2004-2005. Nel 2009 si è laureato, presso lo stesso conservatorio, in

Discipline Musicali, conseguendo ancora una volta il massimo dei voti, la lode, la menzione d’onore

e persino il plauso della commissione. Ha sostenuto diversi masters di perfezionamento

internazionali ed è risultato vincitore assoluto in concorsi pianistici. Numerosi sono, infatti, i premi

ed i riconoscimenti nazionali ed internazionali che ha conseguito. La lista è interminabile e, giusto

per fare qualche esempio, si ricordano il primo premio assoluto nel 2005 al “Concorso Giovani

pianisti” del Rotary club International, il premio S.I.A.E. nella rassegna musicale “Castrocaro

Classica 2006” riservata ai migliori diplomati, la borsa di studio “Premio Marco Allegri”, il

“Premio città di Bacoli”, “Concorso città di San Ferdinando di Puglia”, Concorso “NapoliNova”,

Concorso “Ottavio Caiazzo”, “Premio città di Torre del Greco”, “Domenico Scarlatti ACISAM”.

Ha suonato per importanti associazioni musicali e si è esibito sia da solista che con l’orchestra in

prestigiose sale.

Massimo Tomei, giovanissimo, talentuoso e solare è indubbiamente un orgoglio per la città di

Napoli di cui è fiero. Sicuramente con la sua maestria ed il suo sorriso la rappresenterà

positivamente nel mondo continuando a riscuotere meritatamente successo nella sua carriera di

concertista che brillantemente ha intrapreso.

Daniela Vellani

Print Friendly, PDF & Email