Al via la prima edizione del “Napoli Jazz Fest 2015” a San Domenico Maggiore

Hits: 312

unnamed
Nella conferenza stampa che si è tenuta l’8 settembre presso il N.A.M.- New Around Midnight di Napoli, il direttore artistico Michele Solipano ha fornito il programma della prima edizione del “Napoli Jazz Fest 2015″ che si volgerà dall’11 al 13 settembre presso il Cortile del Convento di San Domenico Maggiore di Napoli.
L’anteprima del 5 settembre ha visto il battesimo del festival da parte di Danilo Rea, registrando il sold out .
A partire dall’11 settembre, la mattina sarà all’insegna delle attività collaterali come il laboratorio musicale per bambini di 3 ore, per i tre giorni del festival a cura di Maria Emanuela Rennadell’Associazione Exploratium, con il titolo ‘Tutti quanti voglion fare il jazz’, sabato 12 la Masterclass di Rosario Bonaccorso per contrabbasso e musica d’insieme. La guida all’ascolto a cura del M° Francesco D’Errico si svolgerà l’11 alle ore 18,00.
La street parade avrà un doppio appuntamento alle ore 11,00 ed alle 17,30 nei giorni di venerdì e sabato, mentre per il 13 l’appuntamento è solo alle ore 11,00.
Il programma musicale prevede dieci concerti con la formula dei tre concerti a sera a partire alle ore 19,30, mentre per domenica 13 settembre è previsto anche un concerto/aperitivo alle ore 11,00.  
L’11 settembre si alterneranno sul palco Mario Nappi in piano-solo alle ore 19,30, mentre alle ore 21,00 il Trio Napoletano di Marco Zurzolo al sax, Pippo Matino al basso e Peppe La Pusata alla batteria, concluderà alle ore 22,00 Rosario Bonaccorso 4et con il progetto ‘Viaggiando’ che lo vedrà affiancato da Javier Girotto al sax, R. Taufic alla chitarra e D. Rubino alla tromba.
Sabato 12 settembre alle ore 19,30 Francesco Villani in piano-solo, alle ore 21,00 Armanda Desidery 4et feat Giulio  Martino il quartetto composto da Armanda Desidery a piano, A.De Luise al basso, G. Bugnano alla batteria con Giulio Martino al sax, alle ore 22,00 Luca Aquino 4et con il progetto ‘OverDOORS’ composto daLuca Aquino alla  tromba, A. Iasevoli alla chitarra, D. Miranda al basso e L.Tomasi alla batteria.
Nel giorno conclusivo del 13 settembre per il concerto apertivo delle ore 11,00 si esibiranno gli Scannapieco Bros 4et con Daniele Scannapieco al sax, M. Di Martino al piano, Luigi Del Prete alla batteria e Tommaso Scannapieco al basso. La serata vedrà alle ore 19,30 Raffela Siniscalchi 4et con il progetto ‘Waiting 4 Waits’ l’omaggio a Tom Waits, con R. Siniscalchi voce, M. Antonetti alla chitarra, A. Colella al basso, G. Famulari al violoncello; alle ore 21,00 salirà sul palco il Giacinto Piracci 4et con ‘Persistence’ con G. Piracci alla chitarra,Mario Nappi al piano, F. Galatro al basso, Sergio Di Natale alla batteria, mentre alle ore 22,00 Antonio Faraò 4et con A. Faraò al piano, M. Negri al sax, M. Beggio alla batteria, A. Vigorito al basso.
In occasione della conferenza stampa è stato presentata la nuova gestione del locale del jazz a Napoli il New Around Midnight del Vomero, con direttore artistico Michele Solipano che per il decennale del Napoli Jazz Winter ha rilevato l’associazione del N.A.M. Jazz Club, e la gestione del club ‘New Around Midnight’. Solipano ha commentato : ‘… ringraziando i gestori precedenti per aver mantenuto in vita , ultimo baluardo del jazz di un certo livello’ continuando ‘con questa conferenza stampa possiamo affermare che a Napoli esiste un jazz club che funziona, dove siamo in gradi di proporre sia a livello progettuale che come organizzazione di eventi cose di buona qualità come avviene in tutte le città d’Itali, nonostante che gli Enti ci lascino soli’.
La nuova stagione offrirà accanto ai concerti delle master class e guide all’ascolto, con un maggiore impulso alla parte della ristorazione. Quattro i concerti settimanali a partire dal giovedì, in qualche caso con un doppio set. L’apertura del 23settembre vedrà una jam session di musicisti partenopei.
Solipano ha fornito anticipazioni riguardo il decimo anniversario del Napoli Jazz Winter che si svolgerà all’Auditorium Salvo D’Aquisto al Vomero, con concerti di grande rilievo,  a partire dal 24 ottobre con un nome del calibro di Uri Caine, il pianista compositore americano, dallo stile frutto diuna miscela di musica ebraica, classica ed elettronica, supportate da uno stile molto creativo. Nominati anche John Scofield il chitarrista statunitense con il sassofonista Joe Lovano, Paolo Fresu ed Enrico Rava, con date da confermare. Comunicata anche la presenza di una sorpresa musicale che si terrà nei primi giorni di gennaio 2016 all’Augusteo,  che verrà svelata nel corso della conferenza stampa di presentazione del Napoli Jazz Winter.

 

Print Friendly, PDF & Email