“Raccontami Capua” visita guidata a cura dell’associazione CaserTerrae

Hits: 240

capua

L’ultima domenica di giugno una singolare visita guidata interesserà la città capuana. “Raccontami Capua” è un percorso medioevale che si incentrerà su questo periodo storico-artistico; una passeggiata attraverso le Chiese Longobarde presenti a Capua con particolare attenzione all’urbanistica, davvero particolare, di quello che fu principalmente un centro militare. L’appuntamento è per il giorno 28 giugno ore 10,00 a Capua, in piazza dei Giudici, presso la sede della Proloco. Vi sarà la lettura di Fieramosca e la colazione, offerta con gustose preparazioni riscoperte da antiche ricette medioevali. Il tutto tra monumenti e racconti di eroi capuani.
Fra le tante chiese inserite nella visita vi sono quelle di Sant’Angelo in Audoaldis e Gesù Gonfalone, per ora chiuse perché inagibili e, per la cui apertura, in occasione del suddetto percorso, l’associazione che si occupa del tour si è spesa invano con tutte le proprie forze fra le non precisate Istituzioni che ne avrebbero competenza a rilasciarne i permessi. Nonostante ciò anch’esse saranno inserite nel percorso, per offrire al pubblico informazioni complete. Difatti, anche esternamente si potrà descriverne le caratteristiche, con cartelli appositamente creati, e collocarle nella giusta posizione storica e urbanistica della Città.
La visita è organizzata in collaborazione con la Proloco di Capua dall’associazione “CaserTerrae” che nasce grazie all’entusiasmo di quattro donne appassionate di Arte e Cultura della nostra terra: Marinella Giuliano, paesaggista e laureata in architettura; Malena Croce, architetto designer; Lina Graziano, artigiana della terracotta e Consiglia Aprovidolo, attrice e regista. Tutte assieme, grazie all’opera di CaserTerrae, si impegnano a diffondere cultura, arte, storia, identità di Terra di Lavoro. L’associazione organizza anche eventi, itinerari turistici e percorsi didattici per le scuole.
La prima cosa che colpisce conoscendole, è la luce che si accende nei loro occhi parlando di ciò che fanno. Incontrandole durante lo studio del percorso si può vederle con una distesa di libri, disegni, appunti e mappe che sfogliano sapientemente. Mostrano con passione i prossimi percorsi su cui stanno lavorando, cercando di portare proposte di visite di elevato livello culturale, al pubblico, sui Beni Culturali presenti sul nostro territorio; siti e luoghi per lo più dimenticati dinnanzi ai quali spesso passiamo indifferenti, ignari del loro valore e della loro storia. Marinella e Malena parlano delle numerose aree archeologiche e artistiche a cui si sono interessate negli ultimi mesi: di Capua, Calvi, Sessa Aurunca, dei Teatri in ristrutturazione, dei continui abbandoni e riprese dei lavori che interessano questi siti, degli ostacoli per renderli visitabili, per ottenere gli accessi, dei frequenti rimpalli tra le istituzioni che le gestiscono ( curie, comuni, sovrintendenze, società appaltatrici che eseguono i lavori), degli ostruzionismi propri della chiusura dei piccoli centri. Con la tenacia delle donne che sposano una causa in cui credono, vanno avanti nonostante gli ostacoli, non mollano, non ci pensano neanche. Parlano dei nostri tesori, dell’originalità di un borgo medioevale, come quello di Caserta Vecchia, ben diverso, per le preziosa testimonianza che conserva, da quelli ricostruiti e tanto immeritatamente promossi in altre regioni del Nord. Insomma siamo sicuri che la passione di queste donne ci porterà tante altre proposte culturalmente stimolanti che sapranno tirar fuori dal prezioso paniere della cultura del nostro territorio.

Lucia Dello Iacovo

Per maggiori info su costi e prenotazioni: tel 333 3066978 – 333 4234440 o sulla pagina www.facebook.com/events/108077082861714/
sito web: www.caserterrae.it

Print Friendly, PDF & Email