Quando la musica è divertimento. Intervista a Vitrone e Cestari

Hits: 209

 

004 (1)

Foto Giuseppe Panza

 

Due personalità diverse, un uomo con alle spalle, anni di esperienza musicale, che spazia tra i vari generi musicali, dal metal rock al country folk al cantautorato. Una giovanissima donna che si affaccia al mondo della musica con l’entusiamo e l’energia che le sono propri. Gennaro Vitrone e Tonia Cestari hanno dato vita al concerto all’auditorium Bianca d’Aponte, l’ultimo dei quattro previsti per il mese di febbraio dall’associazione musicale Bianca d’Aponte.

Tonia Cestari, all’open act del concerto “Piccole partenze” di Gennaro Vitrone, ha presentato alcuni dei suoi brani, tra i quali ‘Capate nel muro’, canzone che è arrivata finalista alla decima edizione del Premio Bianca d’Aponte. Gennaro Vitrone si è esibito con il repertorio tratto dal suo cd Piccole partenze.

L’amore per la musica e per il puro divertimento unisce questi due cantautori, non alla ricerca del successo “che omologa” ma alla costante ricerca del piacere di cantare e di stare bene con sé stessi. Poco importa se i locali sono piccoli o di quelli che fanno meno tendenza, ma ciò che si percepisce è il valore che si dà alle cose fatte con amore, alla passione che si mette nel far ciò che piace e non ciò che si dovrebbe, perché è così che la società vuole. Certo, qualcuno potrebbe scomodare Esopo, citando la favola de La volpe e l’uva…

Ma resta il fatto che ci sono cose che non hanno prezzo, anche se, di questi tempi, è difficile crederlo; ci sono condivisioni che vanno oltre il mero commercio: c’è la passione, la musica, la voglia di stare insieme.
G. C.

Intervista a cura di G. Clausino

Riprese e montaggio Giuseppe Panza

Print Friendly, PDF & Email