Ultimissime

“Il dio dell’I-Ching”: misteri e fascino orientale nel romanzo di Iannaccone

Isaia Iannaccone

Azione, intrigo, colpi di scena, suspense, ironia, fascino e misteri dell’Oriente sono solo alcuni degli ingredienti dell’ultimo romanzo di Isaia Iannaccone “Il dio dell’I-Ching” (Ed. Orientalia, 2017). Il libro è di quelli che ti lasciano il fiato sospeso e ti prendono fin dalla prima pagina, diventando una calamita da cui non ti stacchi fin quando non l’hai divorato fino all’ultima parola, lasciandoti dentro una scia di immagini e un desiderio di conoscere nuove avventure dei personaggi. L’identificazione, infatti, ti avvolge e crea una sorta di amicizia e complicità con i protagonisti al punto che ti affezioni e per alcuni giorni non riesci ad iniziare la lettura di un nuovo libro perché ti dispiace staccarti dalla storia appena conclusa.

La struttura del romanzo è interessante. Anche la suddivisione dei capitoli è singolare e stimola la curiosità intellettiva. Si tratta dei 64 esagrammi dell’I-Ching. Ciascuno è rappresentato con simboli grafici, costituiti da linee parallele che variano in base alla posizione di quelle spezzate al centro, corredate da piccoli titoli cinesi rappresentati anche con istogrammi. Sono affascinanti e fonte di saggezza: forniscono indicazioni e interpretazioni su diversi e variegati aspetti della vita concreta e interiore e aprono finestre sull’esoterismo. L’autore ha avuto l’abilità di utilizzare ciascun simbolo, dando un’interpretazione funzionale alla narrazione della storia.

Questa è ambientata a Bruxelles, ma di tanto in tanto si collega ad un’altra storia “parallela” risalente alla Cina del 1276 con cui ci sono delle analogie e dei precisi legami e che misteriosamente in qualche modo ne determina gli eventi.

In queste realtà, tra antico e moderno, si muovono i protagonisti singolari e stravaganti, tra cui il sinologo napoletano Matteo d’Ortica che si trova coinvolto, a rischio di essere ucciso, nelle indagini che si svolgono per scoprire l’assassino del direttore della Europe International School, ritrovato in uno spiazzo della Foret des Soignes decapitato e con le dita mozzate, in una modalità che sembra rispecchiare un rituale descritto in un antichissimo documento cinese da lui studiato. Lo strano incontro con il dio dell’I-Ching, un essere soprannaturale e inquietante, diventa un elemento determinante per l’individuazione della verità.

Il libro è di grande spessore culturale e l’autore generosamente condivide con i lettori il frutto di anni di studio e di ricerca sulla storia della Cina. Infatti, oltre a svolgere la sua professione di chimico, Isaia Iannaccone è un sinologo. Nato a Napoli, ma residente da anni a Bruxelles, è uno specialista della storia della scienza cinese e di quella dell’incontro tra l’Europa e la Cina. E’ autore di diversi saggi e articoli sulla cultura e la civiltà cinese ed è membro dell’Internazional Academy of History of Science. Autore di due guide sulla Cina (T.C.I.), di opere teatrali e di libretti d’opera, ha scritto due romanzi, L’amico di Galileo (Rizzoli, 2006) e Il Sipario di giada (Sonzogno, 2008), best seller internazionali e il romanzo epistolare Lo studente e l’ambasciatore (Guerra, 2015).

 

Daniela Vellani

 

More from Ultimissime

Positano Teatro Festival: Paolo Graziosi riceve il Premio Pistrice

Giovedì 3 agosto, alle 21,00, nella Piazzetta della Chiesa Nuova, si è svolta la  serata d’onore per Paolo Graziosi che ha vinto il Premio Pistrice Città di Positano, V edizione.   “Una carriera esemplare che ha attraversato, sempre con crescente successo, dalla seconda metà del secolo … Per saperne di più

Pannonica: un disco che crea atmosfere raffinate e intense

Pannonica è il nome attribuito da Nathaniel Charles Rothschild ad una farfalla scoperta da lui e che lui, banchiere della famosa famiglia inglese, nonché appassionato di entomologia e di jazz, volle dare alla figlia, diventata la mecenate del jazz. È … Per saperne di più

Caserta: sarà dedicata a Mesolella la 45^edizione di “Settembre al Borgo”

La conferenza stampa che si è tenuta venerdì 21 luglio ha fatto tirare un sospiro di sollievo ai giornalisti e agli operatori del settore che da due anni avevano registrato l’assenza dal panorama casertano di Settembre al borgo, fermo all’edizione … Per saperne di più

Mediterraneo Reading Festival II ed.: cultura, emozioni, musica e parole

Si è conclusa, con successo, ieri sera, la seconda edizione del Mediterraneo Reading Festival, tenutasi nel Chiostro del Centro Sociale di Frattamaggiore (NA). La manifestazione culturale, che si è svolta in tre serate, vuole essere un’iniziativa che  sia d’esempio sul … Per saperne di più

Positano, al via la XIV edizione del Positano Teatro Festival

Si è tenuta, ieri mattina, alle 11.30 al Nuovo Teatro Sancarluccio di Napoli,  la presentazione della XIV edizione del Positano Teatro Festival. Sotto la guida del moderatore  Gianmarco Cesario, il sindaco di Positano Michele De Lucia, il vice sindaco Francesco … Per saperne di più

Giffoni Film Festival: una giornata tra i ragazzi del Giffoni e i loro idoli

19 luglio: è il sesto giorno dei Giffoni Film Festival. L’evento più atteso dai giovani, negli scorsi giorni, ha visto grandi star come ad esempio Julianne Moore, Amy Adams, Mika, Marco Giallini, Claudio Amendola e i Casa Surace. Nella sesta … Per saperne di più