San Nicola Arcella, conclusa, con successo, la prima edizione di Cinemediterraneo 2022

foto Daniela Vellani

Chi ben comincia…

“Una femmina” regia di Francesco Costabile, miglior film della sezione “Calabria”, “Il filo invisibile” regia di Marco Simon Puccioni miglior film della sezione “Commedia italiana” e “Arberia” regia di Francesca Olivieri come migliore produzione sono i film vincitori del premio Arco Magno di Cinemediterraneo 2022.

Così si è conclusa la prima edizione di Cinemediterraneo 2022 che si è svolta a San Nicola Arcella, la suggestiva località calabra che svetta sul tirreno e offre uno scenario marino ammaliante e mozzafiato.

La manifestazione si è tenuta dal 25 al 30 luglio 2022, organizzata dall’ Associazione culturale Confluenze Alariciane, patron Antonio Coscarella, e con la direzione artistica di Massimo Galimberti, con la presenza del sindaco Eugenio Madeo, che ne ha promosso la realizzazione assieme al team di consiglieri e assessori.

Sono stati sei giorni intensi e ricchi di eventi che si sono svolti in luoghi accoglienti e belli: la terrazza dell’Hotel dei principi, il Clubbino, e l’arena Belvedere. Quest’ultima, a poca distanza dalle bellezze naturali del luogo, l’isola di Dino, la costa e in particolare il celeberrimo Arco magno che dà il nome al premio offerto ai vincitori, è stata la padrona di casa. Qui infatti sotto il cielo stellato e col profumo di mare e di vegetazione mediterranea, sono stati proiettati i film in gara, si sono tenuti incontri, interviste a ospiti speciali e si sono svolte le premiazioni con la conduzione di Massimo Proietto.

Sono intervenute, infatti, eccellenze del mondo del cinema e dello spettacolo come Alessandro Preziosi, Gianluca Ansanelli, Laura Morante, Valeria Solarino, Pupi Avati, Giorgio Verdelli, Michele Placido, Francesco Scianna, Nicola Guaglianone, Adriano Giannini, Francesco Scianna, Anton Giulio Grande. Tutto si è svolto al cospetto di un pubblico numeroso che tutte le sere ha affollato Arena Belvedere fruendo di emozioni forti, divertimento, commozioni e soprattutto diventando partecipe di una sinergia culturale intensa.

Gli eventi della kermesse sono stati preceduti dalla conferenza stampa che si è tenuta presso la terrazza di Villa Principe all’imbrunire del 25 luglio.

Le giornate successive sono state intense e pregnanti di incontri culturali, di visione dei film in gara, di interviste a ospiti preziosi che hanno arricchito il mondo cinematografico con la loro arte e le loro competenze professionali.

I film in gara sono stati sette, suddivisi in due sezioni: “Calabria” e “La nuova commedia italiana”: quattro i film in concorso per la prima sezione: Regina, Padre Nostro, Una femmina e Arberia, opere  che hanno ottenuto riconoscimenti e premi e sono state girate in Calabria e realizzate con il sostegno della Calabria Film Commission da registi e produttori calabresi; tre film per la prima sezione: “Marilyn ha gli occhi neri”, “Benvenuti in casa Esposito” e “Il filo invisibile”.

Come già detto, nel corso della serata conclusiva, sono stati proclamati i film vincitori a cui è stato consegnato il premio “Arco Magno”: per la sezione Calabria il premio come miglior film a “Una femmina” di Francesco Costabile, come migliore produzione “Arberia”, per la sezione La nuova commedia italiana a “Il filo invisibile” di Marco Simon Puccioni.

Inoltre, nel corso delle serate il premio è stato assegnato anche a registi, attori, direttori di fotografia e sceneggiatori che si sono distinti durante la loro carriera per talento, grande professionalità e bravura.

Il festival Cinemediterraneo è stato anche l’occasione per promuovere la formazione di giovani talenti. Si sono, infatti, tenuti laboratori, workshop e un master class e con i registi Gianluca Ansanelli e Giorgio Verdelli e la make up artist Lucia Pittalis.

Sicuramente è stata una manifestazione interessante e di livello culturale finalizzata non solo a valorizzare le risorse artistiche e professionali, ma anche quelle imprenditoriali del territorio.

L’evento, finanziato dalla Fondazione Calabria Film Commission, è organizzato in partenariato con l’Associazione A Pois e l’Associazione Carolina Novello, con il supporto di numerosi operatori economici e il sostegno del Comune, dell’Associazione Carolina Novello, del G.A.L. Riviera dei Cedri, del FLAG che ha finanziato il bellissimo video su San Nicola Arcella, che più volte nel corso delle serate è stato un elemento scenografico.

Particolarmente toccante è stata la visione del film documentario su Pino Daniele di Giorgio Verdelli. Ascoltare le musiche del compianto artista napoletano in un contesto così magico e coinvolgente non ha avuto prezzo. Le sue note, la sua voce, le diverse testimonianze degli amici storici e dei musicisti che hanno accompagnato il suo bellissimo viaggio nella musica hanno toccato le corde emotive dei presenti e risvegliato ricordi di momenti particolarmente belli.

Appuntamento alla prossima edizione!

 

Daniela Vellani

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email