Colleferro, presentata la VII edizione del Gran Premio del Teatro Amatoriale

Hits: 0

Nel pomeriggio del 31 marzo, in diretta social dall’Aula Consiliare del Comune di Colleferro, si è tenuta la conferenza di presentazione per la VII edizione del Gran Premio del Teatro Amatoriale. L’iniziativa organizzata dalla F.I.T.A (Federazione Italiana Teatro Amatori) giunge a Colleferro da aprile a novembre per premiare una delle undici compagnie teatrali, provenienti da altrettanti regioni italiane, vincitrici di una selezione tenutasi nel 2021 e che si concluderà con il palcoscenico del Gran Premio durante un Gran Galà.

A mediare la conferenza, il Segretario nazionale e Coordinatore del GPTA di FITA Pasquale Manfredi, con la presenza del Sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna, l’Assessora Spettacolo e Sport di Colleferro Sara Zangrilli, il Presidente del Consiglio Comunale di Colleferro Emanuele Girolami, il Consigliere Nazionale Diego Navone, il Direttore Artistico Mauro Pierfederici, il Presidente Regionale FITA Lazio Andrea Serafini e la Presidente Provinciale FITA Provincia di Roma Fiammetta Fiammeri, per introdurre le principali novità di “una parata di stelle dell’universo FITA”.

Promosso da FITA Nazionale, organizzata da FITA Roma e FITA Lazio, con il contributo del Comune di Colleferro e il patrocinio della Città Metropolitana di Roma Capitale, il Gran Premio del Teatro Amatoriale giunge in una città che, come afferma Girolami, “accoglie la cultura e non ti fa sentire straniero”. Un rilancio per la città, secondo il Sindaco Sanna, che negli ultimi anni è stata protagonista di atti di valorizzazione dei diversi luoghi di cultura, come il restauro del teatro Vittorio Veneto, uno dei protagonisti della rassegna.

Per l’appunto, il palcoscenico del Teatro Comunale Vittorio Veneto e del Parco del Castello, come riportato dalla Presidente Fiammei, ospiteranno opere che dimostreranno come il teatro amatoriale sia cresciuto e non abbia paura di confrontarsi anche con autori impegnativi, portando in scena pièces che variano dal teatro italiano contemporaneo all’internazionale. 11 spettacoli di altrettante compagnie teatrali provenienti da Campania, Lazio, Calabria, Abruzzo, Sicilia, Emilia-Romagna, Veneto, Marche, Lombardia, Liguria e Umbria, che come afferma il Direttore artistico Pierfederici, darà la possibilità di dar spazio ai giovani, i quali da nuovi esponenti, sono segno della vivacità futura.

Un’iniziativa quella di F.I.T.A. a cui prestare attenzione, per promuovere un teatro che supporta le nuove generazioni e che, secondo il Presidente Serafini, si promuove “Di fare il possibile per andare nei piccoli posti dove le grandi compagnie non arrivano e portare il concetto di cultura, la F.I.T.A. lo ha sempre fatto e adesso possiamo cominciare a farlo in maniera continuata, è bello poter cominciare da qui.”

Fusco Roberta

Print Friendly, PDF & Email