Napoli, alla Fondazione Made in Cloister, è in esposizione “Pino Daniele Alive”, mostra fotografica

foto Roberta Fusco

Presso la Fondazione Made in Cloister di Napoli, è partita il 18 settembre e resterà aperta fino al 31 dicembre, la mostra fotografica “Pino Daniele Alive”, all’interno della programmazione autunnale della rassegna culturale del Campania Teatro Festival.

Realizzato come un percorso libero, la mostra anima la sede della Fondazione Made in Cloister, all’interno dell’ex chiostro della Chiesa Santa Caterina a Formiello. Nel cuore del centro storico napoletano, l’esposizione accoglie lo spettatore verso l’essenza privata e artistica di Pino Daniele. Con la cura di Guido Harari e Alessandro Daniele, sono stati raccolti gli scatti più suggestivi e importanti dei fotografi che hanno storicamente accompagnato Pino durante la sua carriera. Dallo stesso Harari, a Giovanni Canitano, Adolfo Franzò, Mimmo Jodice, Cesare Monti, Roberto Panucci, Letizia Pepori, Lino Vairetti e Luciano Viti, viene colto il vero Pino Daniele, con la sua musica, i suoi amici di viaggio sul palcoscenico, ma anche i sorrisi da scugnizzo e la malinconia negli occhi.

Fin dagli albori agli ultimi anni di vita, gli scatti fotografici colgono e trasmettono l’artista allo spettatore, che può rivivere visivamente i passi più importanti della storia di Pino, tra copertine celebri, stralci di realtà quotidiana, il palcoscenico e gli oggetti di scena e personali, anch’essi in esposizione. Ad incorniciare l’atmosfera e a renderla familiare e intima, lo spettatore è accompagnato dal sottofondo musicale composto dai brani celebri del cantautore: un tocco necessario, che ricorda a tutti la passione comune per La voce di Napoli.

Colui che dagli anni ‘70 ad oggi ha fatto cantare generazioni intere di napoletani e non, con la sua versione fedele ed emozionante della napoletanità nel mondo.

 

Un amore infinito che Napoli e i napoletani hanno per Pino, come quello che lui ha dato loro. Amore restituito con un omaggio fedele all’artista che ha dato voce ad una realtà spesso ammutolita e che ora vuole ricambiare tutto l’amore trasmesso in 40 anni di musica.

 

In un ricordo fotografico, per chi desidera riviverlo e conoscerlo anche più da vicino, Pino Daniele Alive è fino al 31 dicembre la sede dell’anima blues di Napoli.

 

Roberta Fusco

Print Friendly, PDF & Email