Bookdealer, la prima rete online di librai indipendenti

Bookdealer è una piattaforma di e-commerce creata per mantenere in vita le piccole librerie indipendenti. Un progetto che ha messo in rete i librai di tutt’Italia nella lotta alla spietata concorrenza di Amazon & Co. Ecco perché tutti quanti dovremmo iniziare a usarlo e come.

Librerie indipendenti di tutt’Italia, unitevi. Dal motto socialista all’era del lockdown sono passati più di 170 anni, eppure il desiderio di riaffermazione nella società è lo stesso, che si tratti della classe operaia o dell’altrettanto bistrattata professione del libraio.

All’alba di una nuova stagione dell’editoria, l’italiano medio non legge più di due libri all’anno. In un panorama così disastrato non tutelare le librerie indipendenti equivale a rinunciare alla formazione di generazioni di liberi pensatori. Una lotta ìmpari se si pensa che colossi come Amazon non sempre danno spazio alle piccole imprese e che il lettore migra sempre più su piattaforme di e-commerce, generando una concorrenza sleale e opprimente.

Dove finirà la figura, già intrinsecamente romanzesca, del piccolo libraio? Una figura che spesso (se non sempre), non descrive semplicemente il ‘venditore’ di libri, ma un consigliere, un amico, un confidente.  Le piccole librerie indipendenti perdono il proprio ruolo, così spariscono gli spazi di confronto letterario. La rivendicazione di un posto nella società, in questo caso, passa attraverso l’innovazione tecnologica.

Per rendere tutto ciò possibile, nasce Bookdealer, una rete di librai indipendenti che tramite il portale Bookleader.it permette di ordinare e ricevere a casa i libri anche in questa fase di “Lockdown Light” (nonostante le librerie restino aperte anche nelle zone rosse). Segno di rinnovo del settore editoriale che tuttavia mira alla tutela degli spazi fisici e non soltanto virtuali.

Come hanno spiegato gli organizzatori “Acquistando su Bookdealer sostieni davvero le librerie indipendenti […] perché grazie al servizio di consegna a domicilio e spedizione tramite corriere, i librai possono mantenere vivo il rapporto con i loro clienti abituali, raggiungerne di nuovi, e farsi conoscere al di fuori della propria zona di competenza o in luoghi poco serviti, dove fino a quel momento il lettore non aveva avuto altra scelta che acquistare sui grandi store online”.

Per questo, ora come non mai, la presenza di una piattaforma come Bookdealer è necessaria. La comodità di un libro spedito fin sotto casa non può e non deve sostituire il piacere di trovare un libro tra gli scaffali di una libreria o di una biblioteca, reindirizzarsi verso libri trovati per caso, sfogliare pagine, scegliere, lasciarsi guidare dal libraio.

È necessario per non distaccarsi dal contatto umano, dall’odore di carta e dalla polvere. Ma intanto è fondamentale innescare il processo di metamorfosi necessario perché  l’editoria, si rinnovi.

Ma come si usa Bookdealer?

È semplicissimo. Tramite la barra di ricerca si possono trovare i libri inserendo il titolo, l’autore o l’editore. Se si desidera ricercare uno specifico punto vendita basta inserire il nome dell’attività per visitare virtualmente il negozio. Tra i grandi vantaggi di Bookdealer, inoltre, c’è anche quello di conoscere nuovi negozi in tutt’Italia, scambiare e leggere recensioni di altri clienti, mantenere uno scambio di idee e suggerimenti con i librai.

È possibile usufruire di sconti e promozioni, salvare gli articoli in una lista, visualizzare le date e il percorso delle consegne.

Una piccola rivoluzione dal basso, di quelle che fanno bene, che ci ricordano che in un libro la storia raccontata non è una sola, ma quella di tutti gli autori, traduttori, autori, librai e lettori attraverso i quali la carta può diventare carne.

 

Silvia Barbato

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email