Castel Volturno, al via la terza edizione del Festival del Cinema di Castel Volturno

Seppur con qualche difficoltà dettata dall’emergenza sanitaria in corso, da lunedì 2 novembre a sabato 5 dicembre si terrà la terza edizione del Festival del Cinema di Castel Volturno: rassegna cinematografica, finanziata dalla Regione Campania e promossa dalla SCABEC. Quella di quest’anno sarà una versione “Smart” ma non per questo meno ricca di eventi; workshop, proiezioni, dirette e dibattiti con ospiti del panorama cinematografico nazionale, terranno compagnia, per più di un mese, tutti gli appassionati del mondo del cinema e dell’arte.

Ogni difficoltà, ha spiegato il direttore artistico Daniela Cenciotti, deve essere opportunità…è una frase fatta, retorica e consolatoria ma per noi è diventata giorno dopo giorno una realtà. Il distanziamento, con la conseguente difficoltà di non poter lavorare faccia a faccia, ci ha fatto riflettere sull’impatto che un Festival in ”remoto” avrebbe potuto avere su un territorio con endemiche difficoltà di spostamento e quindi di coesione. Abbiamo capito che attraverso la rete avremmo potuto avvicinare un maggior numero di persone, mettendoci in contatto con tutti coloro impossibilitati a raggiungere le sedi naturali del Festival. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di prolungare la rassegna di ben tre settimane così da poter arricchire ancor di più l’offerta di eventi a disposizione del pubblico. Speriamo così di dare occasioni di evasione e di leggerezza in un momento storico così drammaticamente sconfortante per tutti.

Le persone potranno infatti avvicinarsi all’evento, partecipare più attivamente non solo alle proiezioni dei cortometraggi e dei lungometraggi, ma anche ai nostri workshop e alla serata di premiazioni. Inoltre- ha concluso il direttore artistico- i premiati da tutto il mondo  potranno essere presenti anche se virtualmente, e per una volta potremo dire di aver raggiunto il risultato sperato: portare Castel Volturno nel mondo e il mondo a Castel Volturno”.

Anche questa edizione del Festival ha come fulcro principale la rassegna di film in concorso e fuori concorso e la selezione e premiazione dei cortometraggi che hanno partecipato al bando Internazionale indetto dal Festival, diffuso attraverso la piattaforma internazionale filmfreeway.com e sul sito del Festival.

Per l’edizione 2020 si sono candidati oltre tremila film, successivamente selezionati dal direttore artistico Daniela Cenciotti e da un team formato da 9 studenti dell’Accademia di Belle Arti di Napoli con  la quale, in linea con la mission del Festival, è nata quest’anno una collaborazione che fa della formazione dei giovani la sua caratteristica principale e che consentirà agli studenti di beneficiare dei crediti formativi.

 

La selezione finale spetterà alla Giuria di qualità e alla Giuria young: La giuria di qualità è composta da Iole Masucci (sceneggiatrice), Sabina Pariante (regista), Raffaele Savonardo (consigliere Film Commission Campania)Arturo Lando (docente di cinema presso il Suor Orsola Benincasa). Il direttore artistico e la giuria decideranno a chi andrà il Premio per il miglior cortometraggio, il cui vincitore sarà omaggiato con una scultura realizzata dall’artista castellano Francesco Cretella. Sono previsti inoltre anche premi minori quali: miglior fotografia, regia, sceneggiatura, attore e attrice protagonista. La giuria giovani, formata da ragazzi tra i 15 e i 20 anni, invece assegnerà il premio “Giuria Young” per il miglior cortometraggio.

La rassegna, come detto, si svolgerà on line sulla piattaforma streamyard e i lungometraggi in concorso saranno visibili dal sito del Festival dove sarà possibile votare per l’assegnazione del Premio del Pubblico.

Ad arricchire questa terza edizione sarà inoltre una sezione dedicata al cinema italiano indipendente con pellicole fuori concorso scelte dalla direzione artistica. La proiezione sarà preceduta da “Senza Spoilerare”, un incontro-dibattito con attori, autori e registi del film durante i quali il pubblico potrà interagire attraverso commenti e domande.

Le passate edizioni hanno visto la partecipazione giornaliera di circa 200 studenti dei principali istituti superiori del territorio ma per questa edizione, in relazione alle regole anti-covid, i ragazzi seguendo il workshop on line, coordinati dal documentarista Romano Montesarchio, potranno essere anche di più. Il tema di quest’anno è legato ai generi cinematografici e ogni giornata prevede l’intervento di sceneggiatori, registi, location manager, montatori, attori, costumisti, truccatori, operatori video e produttori per dare ai ragazzi gli elementi necessari a concepire il cinema come professione per il futuro.

 

Inoltre, visto il successo di pubblico ottenuto nei mesi scorsi, proseguiranno le dirette Facebook(https://www.facebook.com/festivaldelcinemadicastelvolturno/)   nelle quali il direttore artistico Daniela Cenciotti ogni mercoledì (dalle 18.00 alle 19.00), per tutto il mese di novembre, “incontrerà” diversi protagonisti del mondo del cinema e della cultura(registi, sceneggiatori, attori, montatori, autori, giornalisti, etc.).

 

Novità di questa terza edizione è “Castel Volturno experience“:

Il progetto Experience è un contenitore di idee ed eventi per vivere appieno l’esperienza del Festival e del luogo che lo ospita, offrendo un altro modo di vedere il cinema, l’arte e le bellezze di Castel Volturno. Per questa edizione l’experience presenta:

SET IN TOUR – viaggio nelle location dei film girati a Castel Volturno percorso itinerante per visitare i set scelti dai registi più noti del cinema italiano ed internazionale dagli anni 60 ad oggi, dai musicarelli al Vizio della speranza, da L’Imbalsamatore a Dogman. Il percorso sarà drammatizzato da una guida d’eccezione: un attore che racconterà storie, curiosità e aneddoti sulle scene girate proprio in quei luoghi e che sarà pretesto per raccontare di un territorio magnetico e complesso come Castel Volturno, mettendone in luce aspetti ignoti e svelando i segreti del magico mondo del cinema.

Questo tour, se consentito, si svolgerà domenica 29 novembre e sarà possibile prenotarsi attraverso il sito internet del Festival(https://www.facebook.com/events/827337384759890).

Il 5 dicembre, se i nuovi decreti lo permetteranno, presso l’Hotel Scalzone di Castel Volturno si terrà la serata finale di premiazione presentata dalla speaker radiofonica Fabiana Sera alla quale saranno presenti, esclusivamente i premiati e i rappresentanti delle giurie e, nel corso della quale, interverranno in streaming per la consegna “virtuale” dei premi alcuni ospiti d’eccezione tra cui: Sal Da Vinci, Le Ebbanesis, Maldestro e Roberto Colella (La Maschera) e gli allievi dell’Accademia del teatro Cilea.

La serata prevede anche l’assegnazione del Premio Carlo Croccolo, nato lo scorso anno per omaggiare il direttore artistico scomparso nell’ottobre 2019. Il riconoscimento è destinato ad un artista emergente che rappresenti maggiormente la poliedricità e lo spirito artistico di un Maestro del cinema, del teatro e dell’arte in genere. Per questa edizione l’assegnazione del Premio avverrà da parte di un comitato formato da figure professionali che sono continuamente in contatto con giovani attori: Massimiliano Bruno (regista), Andrea Purgatori (giornalista, scrittore), Luca Di Nardo (agente cinematografico che ne è stato il primo agente), Eugenio Piovosa (agente cinematografico che è stato invece l’ultimo agente di Croccolo), Rita Forzano (attrice e direttrice di casting), Tommaso Busiello (attore e direttore di casting). Quest’anno, tra gli altri, si aggiunge il Premio Rotary, assegnato al corto in concorso che meglio rappresenta lo spirito ambientalista di questo storico Club internazionale.

Oltre che sul sito e sulle pagine social del Festival, la serata di premiazione sarà trasmessa in diretta dall’emittente televisiva PiuenneTv  (canale 17 del digitale terrestre).

 

Il calendario completo di tutti gli appuntamenti del Festival è consultabile sul sito www.festivaldelcinemadicastelvolturno.it