San Nicola Arcella, tra mare e cultura intervista al sindaco Barbara Mele

Arroccato su un suggestivo colle della costa tirrenica della Calabria, sorge San Nicola Arcella, una luogo speciale e molto accogliente, ricco di tradizioni e attrazioni naturali. Negli ultimi anni questo borgo, grazie alla guida di una donna straordinaria che ha promosso e attivato notevoli iniziative e progetti, ha messo in luce non solo le sue peculiarità e potenzialità, ma si è anche illuminato di cultura e ricchezza artistica.

La donna straordinaria è Barbara Mele, sindaco da diversi anni del Comune calabrese che abbiamo il piacere di incontrare in un’esclusiva intervista.

 

Sposata, due figlie, diplomata al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, con una carriera lunga, interessante e soddisfacente in campo sociale e politico.

 

Benvenuta a Differentemente

Grazie a voi per l’invito.

 

Ci troviamo in un luogo bellissimo, San Nicola Arcella in provincia di Cosenza. In poche parole lo descrive ai nostri lettori?

 

Un borgo caratterizzato da bellezza naturali esaltato da una politica al femminile dove si cura la bellezza in tutte le sue molteplici sfaccettature. Si tratta di  un posto, altresì, particolarmente romantico in cui proprio per questo motivo esiste la “fabbrica dei matrimoni” , il recente e originale progetto, “Sposiamoci in Calabria” ideato da donne calabresi   e “sposato” da me.

 

Da diversi anni in questo luogo è in atto una evidente trasformazione, il centro storico col suo dedalo di vicoletti è una ricchezza piena di storia e intrisa di vita…

 

È stato dato un nuovo look da diversi anni e continueremo sulla stessa linea fino al termine del mio mandato.

 

La terrazza del Belvedere è uno dei fiori all’occhiello della località. Oltre ad offrire uno scenario che nei vari momenti della giornata rinnova stupore e bellezza e dai colori dei variegati tramonti marini e delle luci fibrillanti della costa sottostante che si estende fino a dileguarsi in quel di Policastro, è un elegante ed accogliente luogo di incontri…

 

Il Belvedere è stato quest’anno un ricco punto di incontro, un vero e proprio salotto dove la musica, la buona musica, è stata protagonista e che ha fatto registrare migliaia di presenze, non solo di turisti locali ma anche di paesi limitrofi.

 

Da anni ogni stagione estiva offre un programma ricco di eventi di spessore culturale, dai diversi generi musicali alle performance teatrali, dalle presentazioni di libri a laboratori per bambini…

 

Grazie anche all’ interessamento del vicesindaco, nonché assessore alla cultura, dottoressa Concetta Sangineto che cura la programmazione, anche quest’anno, grazie ad un finanziamento regionale è stato possibile soddisfare le esigenze di un pubblico variegato e di tutte le età. La rassegna Un Mare D’Arte: Tra il mito e la magia di Crawford ha riscontrato numerosi consensi e grande partecipazione. Gli spettacoli, dalla lirica al pop, dal folk alla canzone d’autore, dai recital pianistici alla presentazione di progetti discografici e ai reading musicali, sono stati numerosi e di alto livello con musicisti e cantanti talentuosi e virtuosi come Salvatore Cauteruccio, Pietro Perrone, Marco Gesualdi, Rossella Rizzaro, Rosa Antonuccio, Riccardo Galimi, Pasquale Cirillo, Floriana, Clotilde, Giuseppe Morrone, Antonio Puntillo, Alessandro Cosentini e Arianna Luci. Il programma ha previsto anche una mostra di ritratti a cura di Paola Filomeno e performance e laboratori per bambini con Mago Francesco e con Michele D’Ignazio e la manifestazione “Diversamente insieme- Notte senza barriere” a cura dell’Associazione Arcadis Onlus.   

 

Il rispetto dell’ambiente è un altro aspetto molto curato e fondamentale: diverse forme di raccolta differenziata dalla plastica al vetro, alla carta, agli indumenti e all’olio usato. C’è anche attenzione per i cani …

Abbiamo puntato anche su una politica ambientale con la raccolta differenziata e stiamo appaltando una nuova isola ecologica. Grazie a questi risultati e obiettivi abbiamo ottenuto la bandiera blu.

 

E ora… Plastic free…

 

Il Comune proprio grazie alla bandiera blu avrà la possibilità di partecipare insieme agli operatori turistici ad un bando regionale per attuare il progetto Plastic Free, con una “corsia preferenziale” avendo ottenuto per l’anno 2019 la Bandiera Blu.

 

Artefice di tutto ciò è proprio lei e la sua amministrazione, Barbara, sposata e madre di due figlie.

Sono anni che con dedizione, passione si dedica al suo paese e le sue innumerevoli iniziative sono state determinanti a renderlo un luogo esclusivo e distintivo per una moltitudine di aspetti. Ce ne parla? Da quanti anni è sindaco? E da quanti si occupa dell’amministrazione comunale?

 

Sono entrata in politica nel 2001, a trent’anni, sono stata la prima eletta come Consigliere Comunale. Nel 2006 prima donna vicesindaco (prima eletta), ho fondato la prima Consulta Femminile (pari opportunità) e ho aperto le porte alla politica femminile (la prima consulta) e sono state proprio le donne, in un affiatato lavoro di equipe, a darmi la forza e l’energia per essere eletta nel 2011 Prima Donna Sindaco di San Nicola Arcella. Ho sempre affermato che “la donna non è un limite, ma un’opportunità”. Devo dire che è stata una figura esaltata in tutta la costa tirrenica e due anni fa ho ottenuto il riconoscimento “Donne in Riviera”.

 

E quest’anno il mare di San Nicola è “Bandiera Blu”, come già ha accennato…

 

Sì, quest’anno con grande soddisfazione abbiamo ottenuto la “Bandiera blu” che ha portato un inaspettato aumento di presenze. Faremo il possibile per ottenerlo anche l’anno prossimo e lavoreremo da settembre per ottenere nuovi obiettivi, miglioramenti, partendo dalle criticità segnalate per poterle da superare.

 

Il nome di San Nicola Arcella è affiancato da “Città dell’Arco Magno” …

 

Dopo diciotto anni abbiamo aperto il sentiero dell’Arco Magno, un luogo magico e incantevole, punto di riferimento non solo per san Nicola Arcella, ma a per il patrimonio paesaggistico dell’intera penisola. Per l’anno prossimo è prevista l’attuazione di un regolamento ad hoc e un ticket con visite guidate, allo scopo di tutelarlo e preservarlo dal turismo selvaggio che purtroppo dilaga, malgrado avvisi pubblici posti nel sentiero.

 

Quali saranno le nuove iniziative e ci sono progetti a breve scadenza che ha intenzione di attuare?

 

Oltre a quanto già esposto si prevede l’attuazione delle seguenti iniziative: isola ecologica, i già citati regolamenti dell’Arco Magno, un nuovo look del fabbricato del Comune, la messa in sicurezza delle scuole, sistemazione di strade, tra cui un percorso stradale efficiente che permetta di raggiungere siti di interesse storico-culturale come il Palazzo dei Principi, la sistemazione completa delle pubbliche illuminazioni, e altri progetti in attesa di finanziamenti.

 

Complimenti. Lei è una persona speciale. Il Nostro Paese ha bisogno di donne così e la ringrazio non solo per l’intervista ma anche per tutto ciò che ha fatto, fa e farà per dare vita alle nostre tradizioni nelle forme migliori e alla diffusione della cultura.

 

Grazie a voi e a tutta le redazione.

 

 

 

Daniela Vellani