Santa Maria C. V., successo per “Quella sporca dozzina!” alla libreria Spartaco

Continua la feconda attività della Libreria Spartaco di Santa Maria Capua Vetere che in questi anni ha arricchito il panorama culturale della provincia con numerose e interessanti iniziative: presentazioni, collaborazioni, gruppi di lettura seguiti e interessanti, azioni che hanno meritato le numerose e affettuose presenze ai festeggiamenti per il dodicesimo anno di attività Sabato 29 dicembre.

La deliziosa libreria, fulcro anche della casa Editrice Indipendente EdizioniSpartaco, ha proposto una festa ricca di sorprese, con tre momenti salienti e titolo ironico “Quella sporca dozzina!” Per cominciare la serata in linea coerente con la mission di questa impresa culturale, si è dato annuncio di un nuovo gruppo di lettura (il secondo) stavolta dedicato ad Autori Contemporanei di Case Editrici Indipendenti. Un assiduo frequentatore della libreria, Matteo Francese, ha presentato questo nuovo progetto che sarà nel web con una vocazione proiettata verso la ricerca letture fuori dai soliti percorsi proposti.

Naturalmente in libreria non poteva mancare una presentazione, la scelta è caduta su una proposta come sempre al passo con i tempi, l’ultimo libro del collettivo del sito satirico Lercio “Lo sporco che fa notizia”, un fenomeno che ha avuto, dal 2012, grande risonanza sociale, vincendo importanti premi dedicati alla satira. Presenti due degli autori, Davide Paolino e Mattia Pappalardo, per questo secondo libro dal titolo “Lercio. La storia lercia del mondo” (Shockdom edizioni) e hanno intrattenuto il pubblico con letture di quest’ultimo lavoro, articoli totalmente inediti, a differenza del primo libro in maggioranza tratto da una raccolta di quanto pubblicato sul sito web. Dal sito di mocking journalism nasce una satira colta e raffinata, che in questo libro segue l’umanità dalla preistoria all’età contemporanea, con uno speciale capitolo dedicato alle “Lerce scritture”, esilaranti quanto dissacranti, di cui gli autori in sala ci leggono “Morto Papa Pietro. La chiesa: e adesso che si fa?!” Brevi articoli e freddure che non risparmiano nessun campo sociale. La prefazione di Giobbe Coatta completa l’opera e crea una sorta di “passaggio di consegna” a questo collettivo che potrebbero essere degni eredi.

A seguito della presentazione il gruppo Gruppo Popolare ARIANOVA con Giacomo d’Angiò, Giovanni Giordano, Lucio Palumbo, Mario Ciro Sorrentino e la diciassettenne violinista Angela Pascarella, hanno esordito con una bella novella casertana. Dal lontano 1974 questo gruppo, che vanta collaborazioni importanti fra le quali Eugenio Bennato e la Nuova Compagnia di Canto Popolare, in varie formazioni, riporta la tradizione dei con canti e suoni dell’Agro Caleno, ricreando un’atmosfera antica, con strumenti ritrovati, ricercati sapientemente dal passato per restituirli alla nostra storia, alla collettività.

Buffet e brindisi finale hanno dato il senso di una vera festa di compleanno tra amici che termina con il divertente momento dell’estrazione di una LIBRERIA ( DESIGN di Top Luce), tra tutti i presenti che avevano acquistato libri nel periodo natalizio, e l’immancabile foto di gruppo.

Facciamo anche noi tanti auguri alla Libreria Spartaco, per tante altre belle proposte, idee, successi e tanti altri compleanni a venire!

Lucia Dello Iacovo