Suggestivo concerto dei Letti Sfatti e il Neapolis Quintet Brass Ensemble al Mediterrano Reading Festival

foto Giuseppe Panza

Un atmosfera da grande evento si è respirata, ieri sera, al Mediterraneo Reading Festival, che si svolge in questi giorni, presso il Chiostro Sociale di Frattamaggiore (NA).

In programma il concerto dei Letti Sfatti, un gruppo che non ha bisogno di presentazioni, e che, per l’occasione, si è esibito insieme ai Neapolis Quintet Brass Ensemble, un quintetto di ottoni con i quali si è assistito ad una fusion di contaminazione musicale.

Già entrando nel chiostro si avvertivano i solfeggi del quintetto che provavano gli strumenti, rendendo il tutto molto suggestivo.

La serata viene aperta dalla sig.ra Monica Capo, del Comitato ViviAmo la Città, un comitato che nasce con l’impegno di raggruppare le diverse associazioni di volontari locali, Associazione antimafia, Bici in città.

In una delle loro ultime iniziative hanno ospitato il prof Maurizio Pallante, presidente dell’Associazione Movimento per la Decrescita Felice.

Successivamente prende la parola il vicepresidente del Mediterraneo Reading Festival Gaetano Vergara, che ribadisce la necessità dell’associazione di essere come un mare aperto: “Mediterraneo un mare aperto alle contaminazioni, di cui non bisogna avere paura, poiché da queste possono nascere solo cose positive”. Proprio come la contaminazione musicale della serata in cui i Letti Sfatti hanno duettato con i Neapolis Quintet Brass Ensemble.

Ad iniziare la serata musicale, con la chitarra, è Gianpiero Bencivenga, che suona l’adattamento per chitarra ad opera del compianto Fausto Mesolella del famoso pezzo Pavanè, di Gabriel Faurè.

Queste prime note iniziano a rapire il pubblico che assiste in un silenzio magico.

Dopo Bencivenga, Jenna’ Romano in un assolo di chitarra suona e canta “Tu no” di Piero Ciampi, contribuendo ancora di più a creare un atmosfera magica.

Entrano gli altri musicisti, Mirko del Gaudio (batterista), Pasquale Diresta (chitarrista), Domenico Brasiello (trombone), Vincenzo D’Acunto (tromba), Francesco Amoroso (tromba), Luca Martingano (corno), Matteo Coppola (tuba).

Parte la musica coinvolgendo i presenti in un fantastico connubio tra sonorità di chitarre elettriche e ottoni. Il repertorio del Letti Sfatti si è misurato e arricchito dagli ottoni della Neapolis Quintet Brass Ensemble. Una fusione che ha reso questo concerto indimenticabile. Molto apprezzati i duetti di chitarra tra Jenna’ Romano e Pasquale Diresta, new entry dei Letti Sfatti (come annunciato dal leader della band).

Sul brano “Il vino”,  sempre Piero Ciampi,  c’è stato un grande coinvolgimento del pubblico, che non si è risparmiato nel ripetere il ritornello insieme a Jenna’ e a tenere il ritmo, battendo le mani, sullo spettacolare assolo di batteria di Mirko del Gaudio.

 

Giuseppe Panza

Print Friendly, PDF & Email