Napoli, alla Feltrinelli, successo per il libro “Morfisa o l’acqua che dorme” di Antonella Cilento

“Sappiate, innanzitutto, che l’Acqua dorme. Dormono le fontane, i mari e i fiumi. E, se è ghiacciata, l’Acqua sogna. L’arte dell’Acqua è l’arte della Storia”.

Le parole su riportate sono impresse sulla quarta di copertina di “Morfisa o l’acqua che dorme”(ed. Mondadori- 405 pagine 20,00 euro), l’ultimo romanzo di Antonella Cilento presentato con grande successo ufficialmente mercoledì 25 gennaio 2018, presso la Feltrinelli di Piazza dei Martiri a Napoli.

All’appuntamento sono accorsi in molti e nell’accogliente sala della libreria, letteralmente gremita, si è creata una bella atmosfera familiare e salottiera.

Il libro è stato presentato ed illustrato dall’autrice e dall’affermato scrittore e giornalista Francesco Durante, il cui intervento è stato intenso e di grande spessore culturale. Partendo dall’intreccio del romanzo, si è allargato a raggiera su svariate tematiche, toccando i diversi aspetti della città di Napoli e della sua storia che sono presenti nel lavoro e diventano spunto di riflessioni e conversazioni. Grande interesse ha destato anche l’autrice che ha mantenuta viva l’attenzione dei presenti facendo un excursus sulla storia di Napoli e ne ha descritto aspetti affascinanti ed intriganti, a molti sconosciuti, che sono emersi da un’accurata ricerca filologica e storica che impreziosisce il lavoro, aumentandone il pregio e l’interesse. Il romanzo, infatti, dall’intreccio intrigante e fiabesco, che si svolge in un arco di tempo molto lungo che va dal 1000 fino ad oggi, unisce fantasia a storia, con momenti forti, drammatici, raccapriccianti, grotteschi, magici e divertenti che lo rendono particolarmente avvincente e ricco di colori e sfumature.

Si sono potuti gustare alcuni generosi frammenti di esso grazie alle letture in cui si sono avvicendati i due attori e registi Andrea Renzi e Orlando Cinque. Le loro interpretazioni coinvolgenti ed emozionanti hanno consentito ai presenti di entrare nel vivo della storia, immaginare i personaggi e loro azioni e, perché no, divertirsi, in quanto non mancano momenti in cui anche nelle situazioni più drammatiche si riesce a sorridere. Infatti, la Cilento con maestria e originalità ha saputo cogliere e a trasmettere l’ironia e la comicità, aspetti tipici della napoletanità di tutti i tempi e in ogni contesto.

La presentazione si è svolta nell’ambito della manifestazione Napoli Città Libro – Salone del Libro e dell’Editoria, che quest’anno ha tra i protagonisti gli scrittori Roddy Doyle, Simonetta Agnello Hornby e Antonella Cilento.

 Antonella Cilento, scrittrice, giornalista. Ha pubblicato più di tredici libri e il romanzo precedente, “Lisario o il piacere infinito delle donne” (Mondadori, 2014) è stato finalista al Premio Strega. Insegna scrittura creativa da venticinque anni e nel 1993 ha fondato e dirige Lineascritta Laboratori di scrittura creativa e tiene corsi in tutta Italia e all’estero. Questa settimana parte il decimo anno di Strane Coppie (Lineascritta) presso il Cinema Hart a Napoli alle h 18 di giovedì 1 febbraio  con “Demoni Meridiani- san Gennaro e gli dei del Mani” con Giuseppe Montesano e Marta Morazzoni e con Valerio Caprara: La letteratura al cinema e Letture di Orlando Cinque.

 

Si segnalano le prossime presentazioni di “Morfisa o l’acqua che dorme”

giovedì 22 febbraio, h 18.30,  Poeté, a cura di Caludio Finelli, presso Chiaia Hotel de Charme.

sabato 3 marzo, h 11.30, presso Foyer Teatro Diana in collaborazione con Mooks Bookstore, con Giuseppe Montesano letture di Gea Martire

giovedì 8 marzo, h 18.30 presso IOCISTO, piazzetta Fuga

 

 

Daniela Vellani

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email