Capua, al Museo Campano, “Le università incontrano il Museo. Le didascalie parlanti ”

Foto Giuseppe Panza

Dopo mesi di difficile gestione, una petizione che ha mobilitato l’intero bacino culturale che gravita intorno a Capua e non solo, il Museo Campano di Capua torna alla ribalta, circondato e supportato dal mondo universitario e dalle associazioni più vicine. Stavolta si propone con la manifestazione “Le università incontrano il Museo. Le didascalie parlanti ”,  tutti i fine settimana di ottobre, con un calendario ricco che vede oltre quaranta docenti, ricercatori e dottorandi universitari impegnati in vari appuntamenti a presentazione e valorizzazione dei reperti e della storia del museo. Un’occasione unica per appropriarsi del museo, della sua ricchissima collezione, poterne parlare con studiosi e appassionati che ne rivelano i segreti, i significati più reconditi, ne svelano la bellezza attraverso la conoscenza.

La vastità delle opere contenute dal Palazzo Antignano, dalle più famose Mater Matuta passando per gli altri tesori archeologici provenienti dal fondo Patturelli, le Antefisse, i vasi Etruschi, le statuette votive, iscrizioni, sarcofagi, sculture federiciane, una non trascurabile pinacoteca e per finire una biblioteca, fanno di questo museo un’eccezionalità che tiene assieme l’attenzione del mondo culturale e che merita l’inserimento nei circuiti culturali maggiori. Come spesso invece succede, con i tagli alla cultura, tutto questo stava per essere disperso, magari inserito in collezioni più grandi, spersonalizzandosi fra i vari musei più importanti presenti sul territorio.

Le Università Federico II e Suor Orsola Benincasa di Napoli, l’Università della Campania Luigi Vanvitelli e l’Associazione Capuanova hanno dato vita a questa manifestazione, fautori i professori Giancarlo Alfano, Francesco Senatore, Vittoria Fiorelli, Alessandra Perriccioli Saggese.

Per l’associazione Capuanova e rappresentante de Le piazze del Sapere, Pasquale Iorio, ci ha dettagliato un ventaglio di iniziative tutte di grande valore, tra cui quella maggiormente legata al museo: “Adotta una madre.

La risposta di pubblico non è tardata ad arrivare, scuole e gruppi di associazioni culturali hanno  popolato già le prime giornate, in tanti sono venuti ad ascoltare queste didascalie d’eccezione, stamane il prof. Carlo Rescigno ha dato voce alle Madri, illustrando questa eccezionale collezione in un circuito che lo vedeva affiancato agli altri illustri colleghi Samantha Frese,  Luca Palermo, Rosaria Sirleto, Gaia Salvatori e Natalie Wagner.

Il direttore del Museo, Giovanni Tuzio, dopo le diverse congiunture politiche sfavorevoli che stavano facendo calare gli indispensabili fondi a supporto della struttura, si è detto positivo per le numerose iniziative, tutte utili perché non si finisca nell’oblio.

 

Di seguito gli appuntamenti delle prossime giornate:

Domenica 15 ottobre

  • Giuseppe Angelone, Università della Campania Luigi Vanvitelli

Storia – Vicende belliche e ricostruzione del Museo Campano

Atrio

  • Giulio Brevetti,Università della Campania Luigi Vanvitelli

Storia dell’arte – Angelica Kauffman, Il bozzetto della famiglia di Ferdinando IV

Sala XXVIII 

  • Fabio Mangone, Università di Napoli Federico II

Storia dell’architettura – Palazzo San Cipriano, da  residenza a museo. Il progetto di trasformazione di palazzo San Cipriano, 1902-1910

Atrio 

  • Salvatore Marino, Universitat de Barcelona
  • Elisa Vendemia

Storia del Museo, L’archivio

Biblioteca

  • Francesco Senatore, Università di Napoli Federico II

Storia – Capys  nel Rinascimento

Biblioteca

 

Sabato 21 ottobre

  • Rosanna Cioffi,Università della Campania Luigi Vanvitelli

Storia dell’arte – Consalvo Carelli, “la piazza di Capua”

  • Lorenzo Miletti, Università di Napoli Federico II

Storia – Il libro sulla Disfida di Barletta stampato a Capua nel 1547

Biblioteca

  • Federico Rausa, Angela Palmentieri, Università di Napoli Federico II

Archeologia – Monumenti antichi del Museo Campano nei disegni dall’antico

Atrio

  • Rosa Vitale, Università della Campania Luigi Vanvitelli

Numismatica – Il Medagliere del Museo Campano. Storia della Collezione ed elementi di circolazione monetaria nel territorio

Sale XX – XXI

  • Paola Zito, Università della Campania Luigi Vanvitelli

Storia della Biblioteca – La biblioteca. Le raccolte. I fondi antichi. I cataloghi

Biblioteca

Domenica 22 ottobre

  • Giancarlo Alfano, Università Federico II di Napoli

Letteratura – Poesia e religione nella Capua del Cinquecento

Biblioteca

  • Carmela Ariano, Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici

Archeologia – Il mosaico con aquila e serpente dal Museo Campano di Capua

  • Nicola Busino,Università della Campania Luigi Vanvitelli

Archeologia medievale – Rilievi scultorei al Museo Campano fra tardo antico ed alto medioevo

Sala XXIV

  • Amalia Galeone,Storica dell’arte – Associazione Artemia

Archeologia – La riscoperta delle madri attraverso il restauro

Sale V – IX – Matres Matutae

  • Maria Claudia Izzo, Università della Campania Luigi Vanvitelli

Storia dell’arte – Francesco Liani da Fidenza alla corte della regina Maria Amalia di Sassonia

Sala XXVIII

  • Maria Gabriella Pezone, Università della Campania Luigi Vanvitelli

Storia dell’architettura, Palazzo Antignano da dimora a sede del museo Campano

Atrio

Sabato 28 ottobre

Convegno

Domenica 29 ottobre

  • Teresa D’Urso,Università della Campania Luigi Vanvitelli

Storia dell’arte – La decorazione scultorea della porta di Capua

Sala XXVI

  • Paola Marraffa, Restauratrice
  • Archeologia – La riscoperta delle madri attraverso il restauro

Sale V – IX – Matres Matutae

  • Riccardo Naldi, Università di Napoli “L’Orientale”

Storia dell’arte – Il “Trofeo”dei bagni della Rocca Mondragone 

Sala XXVIII

  • Alessandra Perriccioli,Università della Campania Luigi Vanvitelli

Storia dell’arte – L’affresco absidale della chiesa di San Salvatore piccolo

Sala XXVIII

  • Giuseppe Pignatelli, Università della Campania Luigi Vanvitelli

Storia dell’architettura – La porta federiciana di Capua e il ruolo della città nella difesa del regno.

Sala XXVI 

  • Andrea Zezza, Università della Campania Luigi Vanvitelli

Storia dell’arte –  Cristoforo Scacco, Il polittico della croce

 

L’ingresso al museo ha il costo di 3 €

 

Lucia Dello Iacovo