Francesco D’Errico, “Fuor di Metafora”e il dibattito sull’improvvisazione musicale

Hits: 213

f d e

Francesco D’Errico

Lunedì, 21 dicembre alle ore 17,00, nel cuore della città partenopea, a Palazzo Marigliano nella suggestiva e storica Sala di Editoriale Scientifica si parlerà di improvvisazione musicale e di “interdisciplinari jam session”, temi centrali di “Fuor di Metafora”,  libro intenso e assai interessante, di Francesco D’Errico, noto jazzista, compositore e docente presso il Conservatorio “Martucci” di Salerno. Il lavoro è impreziosito dalle illustrazioni di Ernesto Tatafiore, dalla prefazione di Paolo De Vito, studioso di organizzazione Aziendale e dalla postfazione di Mauro Maldonato, eminente ricercatore in psichiatria.

Al dibattito, coordinato da Mario Sicca, responsabile scientifico del progetto puntOrg, interverranno Roberto Grisley, Ciro Longobardi, Giulio Martino e Pietro Mazzone. La conclusione sarà di Francesco D’Errico. Al dibattito seguirà una performance musicale e  lo scambio degli auguri di Natale.

La discussione si articolerà attraverso un vivace e intrigante confronto tra diversi punti di vista sul tema delle improvvisazioni come elemento trasversale delle nostre esistenze. Il libro contiene sette osservazioni sull’improvvisazione musicale che spaziano dall’ esperienza al pensiero, dal metodo alle azioni della vita quotidiana.   Le pratiche dell’improvvisare sono “fuor di metafora”, fonte di sapere che si espande a raggiera dalle scienze umane a quelle sociali.  Il testo è indubbiamente stimolante e tratta temi che, pur essendo antichi, si sposano con l’attualità.  Si tratta di un sodalizio che favorisce l’allargamento degli orizzonti culturali e la tendenza alla ricerca e a sperimentare nuovi percorsi, laddove una proficua “contaminazione” permette il recupero di fonti di sapere e strutture teoriche sempre valide: passato solido che si rinnova attraverso l’uscire dagli schemi, l’impegno, le abilità reazionali e soprattutto il riconoscimento e l’armonizzazione delle diversità con la valorizzazione delle individualità, lo stimolo alla creatività che favoriscono l’innovazione, la capacità di adattamento e il senso dell’altro.

 

Francesco D’Errico è docente di Piano jazz e armonia presso il Conservatorio “G. Martucci” di Salerno. Nato a Napoli, è musicista professionista dall’intensa attività concertistica, discografica e didattica. La sua musica affonda le radici nel jazz moderno, nella musica moderna e nell’improvvisazione contemporanea. Sperimenta e ricerca diverse forme musicali, realizzando idee che si esplicano sia in “piano solo” sia in diverse formazioni a partire dal duo fino ad ensemble più numerose.  Ricca la sua produzione discografica e la partecipazione a festival nazionali ed internazionali.    Jazz club sono stati e sono arricchiti dalla sua presenza e numerose sono le collaborazioni artistiche con noti jazzisti. È  stato direttore artistico per la sezione jazz delle tre edizioni di Piano City  Napoli.

Daniela Vellani

 

Info Palazzo Marigliano, via San Biagio dei Librai, 39 Napoli

 

Print Friendly, PDF & Email