Archivi autore: Giusy Clausino

Aversa, al Moscati, successo per l’iniziativa “Pronto Soccorso Lettura”

foto Giuseppe Panza

Sabato, 10 febbraio, all’ospedale Moscati di Aversa, è stata proposta una  nuova iniziativa per gli amanti della lettura: è stato inaugurato il “Pronto Soccorso Lettura”, che nasce da  un’idea  della libreria il Dono, la quale da anni si batte per la diffusione della cultura e della lettura, lì dove manca. Il successo è già previsto, dato il vivo interesse della Dirigente dell’ospedale, dei dottori e degli astanti, che si sono mostrati molto incuriositi dalla libreria posta nell’ingresso dell’edificio.

La dirigente Angela Maffeo si è detta molto contenta di questa iniziativa per dare qualcosa in più a pazienti e non, che ogni giorno affollano i reparti.

Ma è il dott. Giuseppe Caianiello quello che più di tutti abbraccia l’idea: cardiochirurgo infantile, con una lunga esperienza nel campo, anche all’estero, da sempre nella sua vita ha cercato di fare di tutto per i bambini, non solo a livello medico. Il dottore è del pensiero che non bastino le cure mediche per far guarire un paziente, ma che ci sia bisogno di alternative come, appunto, le  biblioteche, la clownterapia, la musicoterapia, la consulenza psicologica e anche l’attività didattica, che possono essere tutte utili per una miglior permanenza negli ospedali a tutti gli ammalati piccoli e grandi che siano.

L’ospedale è  un luogo di passaggio dove  l’arte e la cultura possono dare un tocco di leggerezza e sensibilizzare chi  è costretto a soggiornarvi. La positività non è che un mezzo per la guarigione dove cultura, arte e lettura aiutano a vivere la malattia in modo diverso. Purtroppo sono molti gli ospedali dove ci si preoccupa solo della terapia medica, che non sempre è l’unica arma efficace.  Il dottor Caianiello, infatti,  utilizza il termine “Umanizzazione” in quanto pensa che il paziente non debba essere visto solo come un numero di una cartella clinica, ma debba  essere considerato nella sua totalità di persona oltre che di degente.

Il prof. Allegro, presidente dell’associazione Convergenze e responsabile de Il dono,  ci dice che sono stati donati quasi 250 libri, posti in una libreria, nell’atrio dell’ospedale, dove i pazienti e i loro parenti in visita possono usufruirne nei momenti di attesa.

É previsto poi, anche un altro percorso detto “Lettura in compagnia”, dove  ogni settimana i ragazzi del Dono e quelli della CONPASUNI (Consulta Pastorale Universitaria), diretti dai vari capireparto, andranno a leggere libri ai pazienti.

Oltre alla parte letteraria, nell’evento, è stato dato uno spazio anche all’arte pittorica, grazie ad  Anna Maria Zoppi, che ha messo in esposizione alcuni quadri da lei prodotti,  ed è una mostra a cui tutti possono accedere. Le opere della Zoppi,  accompagnate anche da delle miniature chiamate Segni e Sogni, come lei stessa ci dice,  parlano di speranza e lotta, e con esse vuole, chiaramente,  lasciare un messaggio positivo ai pazienti del nosocomio aversano.

Alla luce di questa bellissima iniziativa, ciò che viene da augurarsi è che l‘arte e la cultura diventino sempre più luoghi dell’anima, in quei posti dove il dolore è di casa.

 

Roberta Fusco

Aversa, Peppe Lanzetta con “Non canto, non vedo, non sento” svela un perfetto incontro di musica e parole.

Sabato, 27 gennaio, all’Auditorium Bianca d’Aponte di Aversa, si è esibito l’artista partenopeo Peppe Lanzetta, accompagnato dai Letti Sfatti (Jennà Romano e Mirko del Gaudio). La serata ha avuto come ospiti la cantante Antonella Maisto e il sassofonista Giovanni Sorvillo. … Per saperne di più

Napoli, presentato, al Nuovo Teatro Sanità, il progetto “Cities on the Edge”

Si è tenuta il 16 gennaio, al Nuovo Teatro Sanità, la conferenza stampa per presentare “Cities on the Edge”. Il progetto che prevede la cooperazione artistica internazionale, ideata dal Goethe Institut di Napoli e Marsiglia, coinvolgendo zone marginali o di disagio … Per saperne di più

Napoli, al Sancarluccio, successo per “Totò Crooner” di Carmine Borrino

Successo per Carmine Borrino al  Nuovo Teatro Sancarluccio, per il suo spettacolo “Totò Crooner un Otello principe di Bisanzio”, armonizzazioni musicali di Mariano Bellopede, assistente alla regia Noemi Coppola. Uno studio su Antonio de Curtis, visto come uomo più che … Per saperne di più

Napoli, presentata, al MANN, la mostra “Memorie di pietra”

Al Museo Archeologico Nazionale di Napoli, il 9 dicembre, si è tenuta la conferenza stampa per  presentare “Memorie di pietra”, un percorso fotografico, che sarà esposto nella Sala del Doriforo dal 9 dicembre 2017 al 9 febbraio del 2018. Con la … Per saperne di più

Napoli, all’Orientale, corso OdG: promuovere il dialogo interculturale e interreligioso

Si è tenuto, venerdì 3 novembre, presso l’ Università degli Studi l’Orientale di Napoli, il corso di formazione per giornalisti, dal titolo: “Per un approccio interculturale ed interreligioso al fenomeno delle immigrazioni” Rappresentanti autorevoli del mondo laico e di quello … Per saperne di più

Premio Bianca d‘Aponte: Federica Morrone vince le 13esima edizione

Vince la 13esima edizione del Premio Bianca d‘Aponte, premiata da Rachele Bastreghi, Federica Morrone con “Alice”, che riceve il premio con grande commozione, felicità e incredulità. Nell‘ edizione del Premio Bianca D’Aponte, che quest’anno si è svolta il 27 e … Per saperne di più

Premio Bianca d’Aponte XIII ed., la prima serata nel ricordo di Fausto Mesolella

L’atmosfera è stata bella, pregnante di emozioni e di amore che sono arrivate nella pelle e nell’anima, predisponendo ad un abbraccio forte con la musica, la poesia… l’arte. Sighanda, vincitrice della scorsa edizione, con fascino e classe, con la sua … Per saperne di più