Leonardo De Lorenzo ha vinto il premio Talentum 2018 con“Ti presento Francesco”

“Ti presento Francesco” di Leonardo De Lorenzo (Il Quaderno Edizioni- 111 pagine- euro 15,00), “dedicato a tutti i Francesco speciali”, è un libro uscito recentemente (fine dicembre 2017), e ha già ricevuto numerosi apprezzamenti e riconoscimenti come il recente premio Talentum 2018 ricevuto da Eccellenze Campane (destinata a chi porta in alto la Campania in vari settori).

Ho assistito e incoraggiato con decisione la nascita di questo lavoro perché ho creduto nella sua forza, nel suo immenso messaggio e nel suo dono d’amore e ora che è tra le mie mani e lo sfoglio non vi nascondo che provo una forte emozione. Non si tratta del solito libro, ma di qualcosa di speciale e prezioso intriso di amore, energia, vita e straordinaria forza. De Lorenzo è un eclettico batterista jazz, compositore, docente presso diverse strutture educative e scuole di musica e attualmente anche presso il conservatorio di Benevento. Presidente, insieme alla moglie Teresa Miranda, dell’Associazione “L’Isola dei Girasoli”, con coraggio, spontaneità, caparbietà e soprattutto generosità ha messo a nudo la sua grande umanità e il suo vissuto, familiare scoprendo i lati più profondi e intimi. Ha raccontato la storia di Francesco, il suo adorato e dolce figlio tetraplegico che a causa di un tumore pediatrico raro, dall’età di cinque anni ha intrapreso, assieme ai suoi tenaci e ammirevoli genitori, una vera e propria guerra con la vita, vincendo quotidianamente le diverse battaglie costituite sia dagli avvicendamenti in diversi ospedali  sia dai mille ostacoli di svariata natura che un affetto da patologie o un  disabile è costretto a combattere: dai problemi fisici a quelli burocratici, da quelli legati all’ospedalizzazione alle numerose barriere architettoniche, dall’indifferenza all’isolamento. L’autore, tra narrazione e brevi riflessioni, descrive i diversi momenti vissuti, a partire dalla traumatica scoperta della malattia, attraversando la lunga, difficile, dura, dolorosa e stressante trafila terapeutica, accompagnati da una moltitudine di contrastanti e viscerali stati d’animo legati alla disperazione, alla speranza, alla rabbia e alla gioia. Non mancano i riferimenti a Gianmarco, il fratello minore, che ha vissuto i diversi momenti dimostrando sempre grande sensibilità e maturità.

Una parte del libro affronta tematiche importanti e scottanti, e l’autore osa cimentarsi in un vero e proprio dibattito sulla eutanasia, la sessualità e sui fratelli di un ragazzo disabile. Si conclude con una serie di riflessioni e profondi pensieri che per la loro “estemporaneità” coinvolgono emotivamente il lettore lasciando un segno nella propria anima.

Il libro, dalla bella veste grafica e con una copertina la cui immagine è un disegno realizzato proprio da Francesco durante una degenza in ospedale e quando era ancora in grado di farlo, è strutturato attraverso una forma espressiva plurilinguistica che converge verso messaggi importanti ed esemplari: narrazione, poesia, iconografia (il libro è corredato da belle e significative fotografie) e musica… ebbene sì la musica. Il libro contiene, infatti, anche un cd con brani musicali e letture composti da Leonardo De Lorenzo e dedicati a Francesco alla cui registrazione hanno partecipato amici del mondo del jazz di alta qualità: Ivano Leva, Vincenzo Saetta, Domenico Andria, Marco De Tilla, Marzia De Nardo, Shaady Mucciolo, Armand Pitfuli, Augusta Mistico, Giulio Piccolo, Giovanna Famulari, Catello Tucci, Serena Giordano, Paolo Fresu, Raiz, Giovanni Imparato. Il lavoro si presta, così, anche ad un’altra formula comunicativa, quella teatrale. Tra i bei testi e la raffinata colonna sonora sarà possibile mettere in scena la storia di Francesco.

Il famoso batterista Tullio De Piscopo con toccanti parole è l’autore della prefazione del libro. Il noto scrittore Maurizio De Giovanni ha evidenziato la forza dell’amore, imprimendo il suo pensiero sulla quarta di copertina.

Il libro, dunque, non solo è originale e unico, ma anche forte e potente, ti arriva dentro e scuote la sensibilità, smuove l’anima e ti mette di fronte alla realtà con un invito alla riflessione. Non si resta indifferenti durante la sua lettura: ci si emoziona, ci si commuove, si cresce e si diventa più aperti e sensibili verso chi soffre. Si comprende il valore e la grande potenzialità delle diversità. Francesco, con la sua forza e il suo dolce sorriso diventa un raggio di sole per tutti, un esempio di grande umanità e amore.

 

Daniela Vellani

Foto Paolo Soriani