Napoli, all’Elicantropo, debutta “Ecce Virgo, storia di una monaca di clausura” di Angela Di Maso

Mancano pochi giorni alla prima dello spettacolo “Ecce Virgo, storia di una monaca di clausura” di Angela Di Maso, che lo ha preparato meticolosamente con grande cura, passione, amore per l’arte e la cultura e un pizzico di coraggio. Lo spettacolo che  andrà in scena dal 15 al 18 febbraio 2018, al teatro Elicantropo a Napoli, tratta di un argomento, di grande spessore: è forte, intrigante, trasgressivo. Mette a nudo debolezze, contraddizioni, fragilità che da sempre affliggono l’animo umano e la coscienza e che spesso sono il prodotto di condizionamenti, falsi moralismi, desideri nascosti, costrizioni e resistenze psicologiche. Proprio per questo è molto interessante e sicuramente emozionante e coinvolgente. è un invito alla riflessione sul comportamento altrui e contemporaneamente sul proprio, una messa in discussione su ciò che riteniamo giusto e di valore e su ciò che critichiamo e indichiamo con fare accusatorio.

Calcheranno la scena due nomi di grande levatura: Gianni Lamagna e Francesca Rondinella. La drammaturgia e la regia sono di Angela Di Maso. Musiche della stessa Di Maso e di Arvo Pärt. con lei, Cinzia Annunziata al Disegno Luci; elementi scenici di Armando Aloisi; costumi di Francesca Loreto; trucco di Silvia Manco; Annachiara Pierleoni, assistente alla regia.

Ecce Virgo è tratto da “Teatro” (Ed. Guida) di Angela Di Maso con prefazione di Pupi Avati e introduzione di Enzo Moscato. Pubblicato recentemente, “Teatro” – in poco meno di tre mesi ha superato le 1000 copie vendute –  è una silloge di drammaturgie e contiene dieci testi scritti dal 2004 al 2015,  premiati in concorsi nazionali e internazionali, inscenati in vari teatri di Italia e raggruppati in tre sezioni: teatro (cinque testi), monologhi (due testi) e corti (tre testi).

Angela Di Maso, laureata in filosofia e in possesso di una formazione ricca e poliedrica: è giornalista, drammaturga, musicista, docente universitaria in ‘Discipline dello spettacolo’ e ‘Storia della Musica’ presso l’Università ‘Federico II’ e ‘LUETEC’ di Napoli. Ha conseguito diversi riconoscimenti prestigiosi, pubblicato svariati saggi e testi teatrali e collaborato alla sceneggiatura del film “Una festa da ballo” di Pupi Avati.

Gianni Lamagna, artista eclettico, è autore e protagonista di numerosi concerti, eventi, ricerche, progetti discografici e teatrali.  Ha fatto parte della compagnia di Roberto De Simone e dal 1998 della Nuova Compagnia di Canto Popolare. Ha fondato l’associazione di MUSICAinMUSICA. Nel 2015, ha pubblicato l’album live Neapolitan Shakespeare.

Francesca Rondinella, cantante e attrice, figlia e nipote d’arte, ha debuttato a soli dieci anni col padre, Luciano. Prosegue con successo il percorso artistico intrapreso dalla sua famiglia fin dall’800 e la sua ricca carriera è corposa e variegata con esibizioni che spaziano tra tradizione, classico e contemporaneo. Le sue interpretazioni sono  emozionanti, potenti, raffinate, ricche di passione e sensualità.

 

Info: Ecce Virgo, storia di una monaca di clausura

Teatro Elicantropo, Vico Gerolomini, 3 Napoli

Giovedì 15, venerdì 16, sabato 17 febbraio 2018 ore 21,00, domenica 18 febbraio ore 18,00

Prenotazioni: 349 1925942-  081 1296640

 

Daniela Vellani