Napoli, successo alla presentazione di “Ti presento Francesco” di Leonardo De Lorenzo

Il vento forte, i violenti scrosci di pioggia, la grandine martellante del 27 dicembre 2017, non hanno impedito ad una moltitudine di persone di accorrere presso la Sala Consiliare del Comune di san Giuseppe Vesuviano per partecipare ad una vera e propria festa. Ebbene sì una festa, perché tale è stata la presentazione dell’audiolibro “Ti presento Francesco” (Il quaderno edizioni) che racchiude la coinvolgente e toccante storia dello splendido “Ciccio”, che col suo sorriso dolce, tenero e disarmante mette in evidenza quanto la diversità possa diventare un valore, un simbolo di amore e di speranza.

È stato un incontro che ha arricchito tutti i presenti, di grande insegnamento e di lodevole impegno sociale. Nella grande sala gremita, mentre in un grande schermo scorreva una slide di video ritraenti Francesco, il fratello Gianmarco ed i cuginetti, campi di girasoli, le emozioni erano palpabili e la commozione contagiosa ha legato tutti in un grande senso di partecipazione.

Paola Laudadio, curatrice dell’editing del libro, ha moderato l’incontro e con domande ben articolate si è rivolta agli intervenuti: Leonardo De Lorenzo, padre di Francesco, musicista e autore del libro e delle musiche contenute nel cd ad esso allegato, la Dott.ssa Emilia Carillo assessore alla cultura, Ciro Pinto scrittore che ha collaborato nella fase finale dell’editing, Stefania Spisto presidente de “il quaderno edizioni” e Vincenzo Catapano, sindaco di San Giuseppe Vesuviano.

La presentazione è stata inframmezzata dalla bellissima musica con estratti del cd  eseguiti da Ivano Leva al piano, Vincenzo Saetta al sax soprano, Marco De Tilla al contrabbasso Isabella Parmiciano al violino e Marco Pescosolido al violoncello, mentre Gianni Sallustro, voce recitante, ha letto stralci del libro che, grazie alle parole cariche di vissuti e alla sua intensa espressività, emozionava fortemente il pubblico assorto.

Con l’esecuzione di una raffinata, suggestiva ed eloquente Tu scendi dalle stelle si è aperto l’incontro. Le belle note hanno avvolto tutti in una bella atmosfera calda e familiare e così in una alternanza di testimonianze, interventi, musiche e letture si è “sfogliato” il libro della vita di Francesco e dei suoi cari. Ciascun intervenuto ne ha delineato la struttura, il contenuto, i forti messaggi, le esperienze, le sensazioni provate. L’autore, visibilmente emozionato, ha raccontato la sua esperienza e le motivazioni che lo hanno spinto a realizzare tale progetto, ha ringraziato tutti coloro che hanno reso possibile ciò, in primis la moglie Teresa Miranda che con lui presiede l’associazione “L’isola dei Girasoli” che col progetto “Musica in corsia” da anni porta musica e “sorrisi” nei reparti pediatrici degli ospedali italiani. Il sindaco ha ringraziato caldamente Leonardo per il lavoro svolto di cui ha apprezzato la forza, la validità e la sua valenza sociale ed educativa al punto da ordinarne l’acquisto di ben duecento copie.

Si tratta, infatti, di un libro importante, bello, notevole e soprattutto vero a cui non si resta indifferenti. I ricordi si rincorrono e seguono l’angosciante cronologia degli eventi e delle esperienze pregnanti di sentimenti contrastanti: ansia, sconforto, delusione, gioia, dolore, rabbia, senso di ingiustizia, piccoli successi e sconfitte, speranza, amore, soddisfazioni. Non mancano riflessioni su tematiche importanti come la sessualità, l’eutanasia e i fratelli di un ragazzo disabile. Dedicato “A tutti i Francesco”, con una bella prefazione di Tullio De Piscopo, seguita dall’introduzione dell’autore ed una profonda osservazione di Maurizio De Giovanni in quarta di copertina, in una bella veste grafica, è suddiviso in quattordici capitoli, l’ultimo dei quali è una sorta di zibaldone che segue il flusso di pensieri espressi in modo sciolto, così come sono approdati dall’anima con la loro poetica forza vitale. Il libro contiene diversi scatti fotografici di Paolo Soriani e il già citato cd contenente musiche e letture eseguiti da artisti di altissimo livello, tra cui Paolo Fresu. Molto bella anche la copertina con un’illustrazione realizzata proprio da Francesco durante una delle tante degenze in ospedale.

Cosa dire del titolo? Come ha ricordato Paola Laudadio durante la conclusione dell’incontro, è stato Gianmarco, il fratello di Francesco che con un enunciato semplice, ma carico di affetto e voglia di comunicare, ha indicato il nome di un libro che racchiude una storia importante: “Ti presento Francesco”.

 

Daniela Vellani