Napoli, alla Mostra d’Oltremare, successo per “Mulan e il drago”

Sabato 25 novembre alle ore 11,00, il Teatro dei Piccoli ha ospitato lo spettacolo  “Mulan e il drago”, presentato dal Teatro dei Colori  di Avezzano, il cui testo e la regia sono stati curati da Valentina Ciaccia.

Tra le storie e i racconti dell’antica Cina, lo spettacolo narra la storia della coraggiosa principessa Mulan e che, allo stesso tempo,  diventa il pretesto per raccontare una grande civiltà, lontana ma sempre più vicina, con i suoi valori e la sua cultura spettacolare. Sullo sfondo il paesaggio della sconfinata Cina, rurale e guerresco, magico e misterioso. I personaggi, nobili raffinati e contadini saggi, aiuteranno la giovane Mulan nel percorso che la porterà a scegliere e a definire la sua identità. Nel rapporto tra il maschile e il femminile, nella dinamica di conquiste e tabù, si definisce la problematica che rende questa storia attuale, capace di dialogare con le giovani donne e i giovani uomini di un mondo che, come allora, cambia repentinamente, e può essere infinito, spaesante, ma allo stesso tempo pieno di possibilità inaspettate, nuove avventure e amici.

La storia, conosciuta da tutti, è stata resa famosa dal film Disney, e nello spettacolo vengono ripresi i suoi personaggi principali quali Mulan, i suoi genitori, il grillo e il drago, ad esempio.

Grazie al teatro nero, ai colori fluorescenti e le luci tattiche che illuminano i personaggi, i piccoli spettatori s’incantano subito davanti alla scena. L’effetto è strabiliante, i colori e le figure sembrano fluttuare nell’aria, dando una sensazione di spettacolare magia.

Anche i più grandi possono assistere alla messa in scena, ma tutto sommato solo i più piccoli (da 5 ai 10 anni) possono godere pienamente della magia dello spettacolo.

 

Roberta Fusco