Aversa, libreria Il dono, il prof. Allegro dice: niente polemiche, solo sicurezza.

foto Giuseppe Panza

Pronti per il trasloco alla libreria Il dono di Aversa, il professor Fortunato Allegro, presidente dell’associazione Convergenze ha ribadito la disponibilità sua e dei soci a traslocare presso la Biblioteca comunale di Aversa, durante i lavori che saranno effettuati nei locali di piazza don Diana.

Nonostante le perplessità che ancora ci sono e senza voler polemizzare, il prof Allegro precisa che i locali proposti dall’amministrazione comunale necessitano di alcune riparazioni e, cosa più importante, del certificato di agibilità, per essere sicuri di poter in seguito collocare i libri e organizzare eventi culturali in tutta sicurezza.

La libreria Il dono vanta anni di esperienza e collaborazioni sul territorio cittadino e non solo, negli ultimi tempi ha ingaggiato collaborazioni con alcune istituzioni scolastiche, creando contest in cui alunni, insegnanti e volontari lavorano in piena sinergia.

 

 

“In questi mesi, dall’inizio dell’anno scolastico, abbiamo consegnato circa 1000 libri a settimana, la nostra biblioteca sociale, riconosciuta dalla Regione Campania, merita un posto di rilievo nel  panorama associativo culturale cittadino, poiché è capace di rendersi luogo e proporsi come punto di appoggio per qualsiasi altra realtà esistente sul territorio e oltre. Ad esempio il FAI, il Presidio di Libera e tante altre associazioni che beneficiano del luogo e della collaborazione dei nostri volontari.” Ci dice il prof. Allegro.

È di questi giorni, poi, l’iniziativa di un gemellaggio con una scuola primaria di Piacenza, la Giulio Alberoni del Secondo circolo, infatti dopo una richiesta di adozione da parte di un team di insegnanti, di aderire all’iniziativa #ioleggoperché, hanno chiesto al Prof. Allegro di “adottare” i tanti bambini stranieri che frequentano la scuola primaria e di regalare loro dei libri di lettura. La dirigente della scuola primaria, dott.ssa Paola Vincenti si è detta molto lieta di questa adesione e la libreria Il dono  sarà tra annoverata tra gli  “Amici del Secondo Circolo di Piacenza”, con la consegna di un attestato di ringraziamento.