Aversa: La prima giornata FAI apre le porte di S. Maria degli Angeli e altri siti

Chiostro della Maddalena

La giornata FAI d’Autunno 2017  nella città di Aversa è stata curata dal neo costituito gruppo Fai (che ha sede presso la Libreria Il dono, in piazza don Diana) la cui  responsabile è Maria Giovanna  Pezone. Con l’affiancamento  della Delegazione FAI Caserta, e sotto la guida della dott.ssa  Donatella Cagnazzo, sono stati aperti al pubblico diversi siti, alcuni sconosciuti ai più, altri in stato di abbandono, altri in via di recupero: la Chiesa di S. Maria degli Angeli, attigua al Castello Aragonese (attuale Tribunale di Napoli nord), la Maddalena, l’ex O.P.G e  la Casa Saporito, con Cappella gentilizia, che fa  parte della suggestiva strada Via Rainulfo Drengot.

La valorizzazione del patrimonio artistico – culturale, l’input di queste visite guidate nella città normanna. Gli studenti di alcuni istituti della città quali il liceo Jommelli, le scuole media Cimarosa e Pascoli, il liceo Cirillo (indirizzo musicale) e il Giordano, hanno fatto da ciceroni ai tanti turisti.  La prima giornata FAI, ad Aversa, ha visto un notevole afflusso di persone di ogni età, rendendo così tangibile l’idea di come si possa veicolare un turismo cittadino e di come sia fondamentale fare  rete. “Il  gruppo Fai Aversa, pur se ai primordi,  ha dimostrato una riguardevole compattezza interna, un grande senso di condivisione ed una concreta operatività”, ha affermato Donatella Cagnazzo, capo delegazione.

Particolare  interesse ha suscitato l’apertura della Chiesa di Santa Maria degli Angeli, che ha visto la presenza, come padroni di casa al Castello Aragonese, del procuratore capo Francesco Greco e del presidente del Tribunale di Napoli-nord Elisabetta Garzo, promotrice, fin da subito, e indispensabile forza operativa per la riapertura della chiesa.

In una nota il FAI rende noto, con soddisfazione, che “L’associazionismo, se spinto da motivazioni di alto respiro, crea collettività e condivisione, ed  il FAI  si è ancora una volta differenziato per il suo appeal.” 

A chiusura della giornata, nella singolare cornice del Seminario di Aversa, il concerto di musica classica del maestro violinista Edoardo Amirante.

Redazione

foto copertina Giuseppe Panza (particolare del Seminario Vescovile)